La frittura di calamari o mista non sarà più un problema seguendo questi consigli per cucinarla senza schizzi e senza schiuma

Il pesce non è l’unico alimento a diventare goloso se viene fritto. Anche le patate, la carne, le foglie di salvia o basilico, i supplì di riso e tanti altri alimenti diventano autentiche golose prelibatezze se tuffati nell’olio.

Ma la frittura ha due note dolenti che inducono spesso a rinunciare. Friggere fa impregnare la casa di odori forti difficili da debellare.

Un altro problema sono gli schizzi che sporcano tutta la cucina e rischiano di scottare la nostra pelle.

La frittura di calamari o mista non sarà più un problema seguendo questi consigli per cucinarla senza schizzi e senza schiuma

Possiamo toglierci la voglia di frittura senza ungere tutta la cucina e rischiare ustioni.

Gli schizzi vengono prodotti da minime quantità di acqua presenti nell’olio. L’acqua può provenire dalla padella o dai cibi che si stanno cuocendo.

È molto importante asciugare i cibi con carta assorbente prima di infarinarli, immergerli nella pastella o impanarli. Se l’ingrediente è completamente asciutto non potrà creare schizzi nel momento in cui verrà immerso nell’olio.

Proteggersi con un coperchio viene a volte istintivo. Tuttavia il coperchio fungerebbe da tappo e creerebbe condensa e quindi gocce d’acqua che potrebbero innescare una serie di schizzi pericolosi.  È preferibile un paraschizzi che, essendo bucherellato, non creerà ristagno di vapore.

Buona norma sarebbe mettere nella padella alcuni grani di sale grosso prima di versare l’olio. Il sale infatti assorbe l’umidità e ci preserverà da scoppi improvvisi. Un altro trucco è quello di infarinare e friggere immediatamente. In questo modo si eviterà che gli alimenti possano rilasciare nuovamente liquidi dopo essere stati asciugati. Per quanto riguarda la puzza esistono degli attrezzi molto utili che cancellano l’odore e non lo coprono con altre fragranze.

Come evitare la fastidiosa schiuma

Sarà capitato a tutti di trovare nella padella della schiuma. Quando accade si deposita sul fritto rovinandone l’aspetto e inumidendolo.

Per avere una frittura perfetta bisogna allora capire come evitare che si crei. Sarebbe buona norma fornirsi di termometro per misurare la temperatura dell’olio. La temperatura ideale sarebbe di 176 gradi. Se non si possiede un termometro da cucina si potrà ricorrere ai metodi della nonna per immergere gli alimenti solo quando l’olio è ben caldo.

La schiuma si forma quando l’olio è ancora troppo freddo. Se invece la temperatura è ideale, la schiuma potrebbe formarsi a causa di un abbassamento repentino della stessa. Questo può accadere quando vengono messi in cottura troppi pezzi contemporaneamente. Se dovesse accadere non sarà necessario buttare via tutto. Con una schiumarola si potrà eliminare tutta la schiuma per evitare che si attacchi al fritto ed aspettare che la temperatura risalga. Gli oli migliori per friggere sono quello di semi di arachidi e quello di oliva. Entrambi hanno un elevato punto di fumo e rilasciano quindi meno sostanze nocive. Con quello di arachidi la frittura sarà più leggera e con un odore meno aggressivo. Le migliori padelle sono quelle in ferro, rame e alluminio.

Quindi la frittura di calamari o di qualsiasi altro alimento potrà essere perfetta seguendo questi facili suggerimenti.

Lettura consigliata

Quando le patate possono essere tossiche e un segreto per cuocerle croccanti fuori e morbide dentro più una ricetta semplice e con poche calorie

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te