La facilissima dieta carb per chi vuol perdere i chili difficili senza rinunciare alla pasta

Per perdere i chili difficili, che appesantiscono gambe e pancia, ci sono le diete detox e le nuove diete carb, che prevedono i giorni in cui i carboidrati sono concessi. Mentre in altri si preferiscono le proteine di carne e pesce. In questo modo si possono perdere fino a 5 kg in un mese senza rinunciare a pasta, patate e cereali. Ecco qual è la struttura di questo programma, è stato analizzato dalla redazione Salute e Benessere di ProiezionidiBorsa.

Una dieta contro il blocco del peso

La facilissima dieta carb per chi vuol perdere i chili difficili senza rinunciare alla pasta. La dieta carb è anticellulite e non incide sul tono dell’umore e sull’energia.

Proprio perché non elimina i carboidrati, vale a dire i cibi preferiti dal nostro cervello. Provandola per un mese, scopriamo che non crea attacchi di fame e permette di non imporre sacrifici eccessivi.

Alterna giorni calorici e giorni meno calorici, quindi è molto importante per perdere chili resistenti. Permette di superare il blocco del peso che molte donne lamentano, a un certo punto sembra di non poter calare più.

Funziona perchè in certi giorni stimola il metabolismo, apporta proteine e sveglia i processi di dimagrimento del corpo. E in altri giorni ci coccola con qualche ghiottoneria, come la frutta secca a merenda.

La facilissima dieta carb per chi vuol perdere i chili difficili senza rinunciare alla pasta

È una dieta perfetta per disegnare i punti critici come vita, gambe e fianchi. Crea un’azione drenante, combatte i gonfiori di pancia, riduce i cuscinetti intorno alla vita.

La gratificante presenza di carboidrati, nel menù della prima colazione o del lunch, aiuta a proseguire il programma con costanza.

Non tutti i carboidrati però sono concessi: il pane (una fetta) e la pasta devono essere di segale, o integrali.

Lo yogurt è sempre da abbinare a cereali come l’avena e a frutta secca come le nocciole, le mandorle o i pistacchi, perfetti per lo spuntino. Ma in quantità minime, 10 grammi

Tre pasti e due spuntini

I carboidrati con integrali ricchi di fibre saziano a lungo e consentono di non aspettare l’ora dei pasti con ansia. Bisogna sempre seguire un’attività fisica costante e ad alto consumo di energia: corsa, aerobica, bicicletta, camminata veloce.

Nei giorni low carb, possiamo dedicarci alla ginnastica dolce. Lo schema prevede tre pasti principali e due spuntini.

Le quantità non sono rigide: le porzioni sono da 70 grammi per i cereali e 100 grammi per carne e pesce. La verdura, che favorisce il buon transito intestinale, può invece essere abbondante.

Consigliati per te