Intorpidimento, dita grosse e mani gonfie al mattino potrebbero essere causate da un disturbo che favorirebbe anche l’aumento di peso

Alcune volte ci svegliamo al mattino stanchi e mal riposati. Oltre a non essere in forma, notiamo anche qualcos’altro che non va. Le nostre mani, infatti, sono particolarmente gonfie. Le dita sembrano più grosse del solito e, quando stringiamo i pugni, sentiamo le mani intorpidite. Quando proviamo poi a indossare gioielli come degli anelli, vediamo che questi non entrano. Come mai ci accade questo? Intorpidimento, dita grosse e mani gonfie al mattino potrebbero essere causate da vari disturbi. Tra questi, potrebbe essercene uno in particolare che sarebbe associato anche all’aumento di peso.

La ritenzione idrica

Potrebbe essere la ritenzione idrica la causa delle nostre mani gonfie al risveglio mattutino. A causa della ritenzione idrica, i fluidi non verrebbero eliminati dai tessuti nella maniera corretta. Le cause della comparsa di questo problema potrebbero essere di varia origine. Tra gli imputati potrebbero esserci il caldo, l’utilizzo di farmaci contro l’ipertensione o problemi al ciclo mestruale. Ma cerchiamo di capire il collegamento con i problemi alle mani.

Intorpidimento, dita grosse e mani gonfie al mattino potrebbero essere causate da un disturbo che favorirebbe anche l’aumento di peso

Come sostiene Humanitas, la ritenzione idrica spesso potrebbe portare un accumulo di liquidi in aree specifiche del corpo. Le conseguenze potrebbero essere dunque gonfiori, in alcuni casi associati a dolore. E anche alla rigidità articolare. Ecco perché le mani gonfie al mattino potrebbero essere la spia di un problema di ritenzione idrica. Humanitas cita anche la ritenzione idrica come possibile collegamento ad un veloce aumento di peso. Oppure con fluttuazioni e instabilità dei kg di peso corporeo.

In ogni caso, un eventuale problema di ritenzione idrica sarebbe di stretta ed esclusiva competenza di uno specialista. Se fosse questo il verdetto, il medico potrebbe consigliarci il rimedio migliore. Ad esempio suggerendoci una dieta a minimo contenuto di sale o altre variazioni alimentari o di bere di più. In proposito, vogliamo suggerire una tisana che, sorseggiata moderatamente, potrebbe aiutare a contrastare il problema.

Una tisana utile a contrastare la ritenzione idrica

Contro la ritenzione idrica potrebbe aiutare una tisana al tè verde con peduncoli di ciliegio, dalle proprietà drenanti. Per prepararla dovremmo portare a ebollizione un pentolino d’acqua. A ebollizione avvenuta, dovremmo lasciare in infusione una bustina di tè verde e 20 grammi di peduncoli di ciliegie. Dopo 5 minuti filtreremo il preparato e lo verseremo in tazza. Potremmo quindi aspettare che si raffreddi e bere la tisana. Ricordiamo, però, che questa ricetta è solo un consiglio utile, che spingerebbe a bere più liquidi. Se, accertata la ritenzione idrica, questa non fosse un problema temporaneo, si dovrebbe chiedere al medico di essere sottoposti a un’accurata analisi. Questa porterebbe sicuramente all’individuazione del trattamento più adatto.

Lettura consigliata

Questo rimedio naturale aiuterebbe a ridurre gonfiori, dolori e mal di schiena ma pochi sanno che potrebbe aumentare il rischio emorragico

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te