Incredibile ma vero dove gli italiani vanno a risparmiare su pasta, grana e olio

spesa

Gas e luce alle stelle, mutui che salgono assieme ai tassi. Bolli e assicurazioni da pagare e se finiamo nel gorgo delle tasse di successione, sembrano le sabbie mobili. Per fortuna ci si è messo il meteo a darci una mano con un autunno che sembra primavera e il riscaldamento che se ne sta spento. Ma, se vogliamo cercare di risparmiare anche qualche euro sulla spesa, allora dobbiamo affidarci a più supermercati. Sembra finita l’era del “faccio la spesa sempre nello stesso posto” e la convenienza passa dal carrello multiplo. Ecco perché siamo andati alla ricerca delle insegne più convenienti, stando ai sondaggi tra i consumatori. Sorprese e conferme ed è incredibile ma vero dove gli italiani vanno a risparmiare su pasta, grana e olio. Ricordandoci anche che una dieta equilibrata sarebbe alla base della nostra salute quotidiana.

Indice dei contenuti

Prestiti 2022

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2022

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

Risparmiare una mensilità nella top 3 dei supermercati italiani

Lo dicono gli italiani intervistati, spesa alla mano, che in alcuni store è possibile risparmiare fino a una mensilità all’anno, se non di più. Approfittando delle offerte, senza perdere di vista la qualità, ecco che potremmo risparmiare da 1.200 a 2.000 euro all’anno da:

  • Eurospin;
  • Aldi;
  • Esselunga.

Sondaggio condotto tra le nostre famiglie, aggiornato alla fine dell’estate e con queste caratteristiche che andremo a vedere.

Incredibile ma vero dove gli italiani vanno a risparmiare mantenendo la qualità

Quello che piace agli italiani oggi è che in molti discount la qualità dei prodotti è salita e parecchio. Anche per quanto riguarda i cosiddetti “freschi e freschissimi”: carne e latticini, frutta e verdura, pesce. Eurospin balza in testa alla classifica di Altroconsumo per un risparmio medio sul carello che si attesterebbe addirittura attorno al 30% rispetto a tanti altri store. Segue, ma non di molto, la catena tedesca Aldi, sempre più presente nel nostro territorio e in continua espansione. In poco meno di 10 anni sta aprendo decine e decine di punti vendita che propongono prodotti di qualità e a prezzi accessibili. Esselunga non molla la presa sul podio ormai da anni, grazie alla qualità e ai pezzi concorrenziali sui prodotti di marca. Qui, gli italiani scelgono di comprare pasta e olio, ma anche grana e alimentari di marca, ma a prezzi che spesso sono più bassi del 5/10% rispetto alla concorrenza.

Sulla scia del successo francese

Ci sono poi i “marchi propri”, ossia fabbriche che producono per le grandi catene. O, anche le grandi marche di pasta e olio, biscotti e merendine, detersivi e detergenti che producono per le varie catene di supermercati. Senza il marchio diretto impresso sul prodotto e, con un notevole risparmio a livello pubblicitario e distributivo. E, sempre secondo gli italiani, la catena che avrebbe i migliori prodotti e più convenienti sarebbe la francese Carrefour. Alle spalle, ecco l’italiana Conad. Chiudiamo con una curiosità: secondo le statistiche la città italiana in cui si risparmierebbe di più sulla spesa sarebbe Parma. Sul podio anche Venezia e Bologna. Infine, una ricetta stagionale perfetta per abbinare le prossime carni invernali con delle salse che possiamo preparare proprio approfittando del risparmio locale.

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te