In estate coltiviamo azalee, rododendri ed eriche creando uno spazio in giardino con questo terriccio fantastico 

Siamo oramai vicini al caldo più forte dell’estate. Una calura che a volte mette a riposo il giardino e l’orto, soprattutto nel mese di agosto. Intanto giugno e luglio si prestano ancora per realizzare dei lavori interessanti per il giardino.

Possiamo abbellire il giardino se in estate coltiveremo azalee, rododendri ed eriche. Sono piante che hanno tutte una caratteristica in comune. Potremo così costruire un piccolo angolo all’interno del proprio giardino.

Non dobbiamo però dimenticare che in questo periodo orto e giardino sono presi da alcuni problemi tipici della stagione. Problemi che si chiamano insetti e ve ne sono diversi. Gli afidi ne sono un esempio perché infestano alcune piante da cui succhiano la linfa. Le piante deperiscono poco alla volta e questa debolezza le espone a malattie di diversi tipi.

Fra queste si manifestano le malattie fungine, come lo oidio. Si fanno avanti anche altri animaletti come i temibili ragnetti rossi, le cimici e le lumache. Contro tutte queste insidie c’è un sistema naturale che è presente già in dispensa. Con il bicarbonato di sodio è possibile aiutare le piante. Basta preparare una soluzione, con l’aggiunta di acqua, e spruzzare sulle foglie e sugli steli.

In estate coltiviamo azalee, rododendri ed eriche creando uno spazio in giardino con questo terriccio fantastico

I rododendri, le azalee e le diverse varietà di erica hanno la caratteristica comune, di crescere su terreni acidi. Per questo motivo in un giardino è necessario creare un angolo a parte, se si vuole dare spazio a queste piante. Se si piantassero su un terreno di tipo argilloso o comunque alcalino, non riuscirebbero a crescere.

Si potrebbe creare così un piccolo giardino, a base di torba. Si potrà scegliere uno degli angoli del giardino,  dove il muro svolta ad angolo retto. Si tratterebbe allora solamente di creare un muricciolo con dei mattoni, che sostenga la torba sistemata sul terreno. Mettendo la torba sopra la terra dell’aiuola, questa rimarrà acida per molto tempo. Si favorirebbe così la crescita di queste piante che prediligono i terreni acidi.

Scegliendo un angolo del giardino, preferiamo una posizione lontana dalle radici degli alberi. Tenderebbero a sottrarre acqua dal terreno, creando difficoltà alla crescita delle piante nel giardinetto. Il primo lavoro da fare sarà di eliminare dal terreno erbacce e pezzi di radice. Poi si potranno sistemare i blocchi di torba e creare un muretto di sostegno a secco.

Sarebbe meglio sistemare il terreno in modo scalare, cioè con una leggera pendenza dall’alto verso il basso. I blocchi di torba vanno naturalmente bagnati bene d’acqua, prima di essere collocati. Basterà controllare che la torba sia sempre bagnata, per veder prosperare azalee, rododendri ed eriche.

Approfondimento

I principali lavori da fare in orto e giardino nella seconda metà di giugno su patate e cavoli, rose e garofani

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te