Il trucchetto per pulire senza capricci un gatto che odia spazzola e bagno

Se molti cani amano farsi spazzolare e fare il bagnetto e non vedono l’ora di saltare in vasca, tra i gatti gli amanti del grooming sono molto più rari.

Spazzolare o fare il bagno al gatto è nella maggior parte dei casi un’esperienza spiacevolissima per l’umano e soprattutto per il gatto. Ma allora come fare per pulire un micio che non ne vuole sapere né di farsi lavare, né di farsi spazzolare? Esiste un trucco semplicissimo per pulire il gatto, si tratta di sfruttare un suo istinto a nostro vantaggio. Vediamo come.

Il trucchetto per pulire senza capricci un gatto che odia spazzola e bagno

Non c’è bisogno di lottare con il felino per persuaderlo ad accettare la spazzola, con possibili morsi e graffi per noi e un trauma indelebile per lui. Esiste un metodo molto più semplice e senza traumi né capricci da parte del gatto. Consiste nello sfruttare il suo istinto innato a leccarsi per pulirsi e eliminare i peli morti. È questo il trucchetto per pulire senza capricci un gatto che odia spazzola e bagno. Ecco come.

Spingiamo il gatto a leccarsi con questo trucchetto

Il trucco è semplicissimo: prendiamo un panno, un fazzoletto o un asciugamano, e inumidiamolo con dell’acqua tiepida. Ora passiamolo delicatamente sopra il gatto. Non occorre strofinarlo e non è necessario passarlo su tutto il corpo del gatto. L’importante è inumidire un po’ il pelo. Ma perché farlo? Inumidendo leggermente il pelo del gatto, il suo istinto gli dirà di cominciare subito a leccarsi. Così il gatto comincerà a leccarsi su tutto il corpo e farà il lavoro per noi. Semplicissimo. Ovviamente non vogliamo bagnare del tutto il gatto, ma soltanto spingerlo a cominciare a leccarsi. Deve essere un’esperienza positiva sia per il felino sia per il padrone.

Se stiamo pensando di adottare un felino, ma non vogliamo troppi peli in giro, ecco quali sono le razze di gatto che perdono meno peli in casa per mantenere il salotto sempre al top.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te