Il libro eccezionale che ci trascinerà fin dalla prima pagina nelle avventure di protagoniste indimenticabili

Durante il periodo estivo, specialmente in riva al mare, moltissimi si riscoprono divoratori di libri. Il maggior tempo libero sicuramente gioca un ruolo importante a favore della lettura.

Tuttavia anche durante la stagione fredda che si avvicina minacciosa sarà ottimo trovare il tempo per immergersi tra le pagine di un buon libro.

INVESTI NEL MERCATO IMMOBILIARE CON UN RENDIMENTO DEL 13,13%
Puoi partire da soli 500 euro!

SCOPRI DI PIÙ

Recentemente si era trattato di un paio di romanzi che hanno spopolato “Yoga” e “Libertà”.

Oggi, invece, si andrà alla scoperta di un libro rivoluzionario scritto dall’autrice Bernardine Evaristo intitolato “Ragazza, donna, altro”. Un romanzo avvincente vincitore del Booker Prize 2019 in ex-aequo con Margaret Atwood.

Il libro eccezionale che ci trascinerà fin dalla prima pagina nelle avventure di protagoniste indimenticabili

In “Ragazza, donna, altro”, ambientato in Gran Bretagna, l’autrice dà voce ad una moltitudine di donne nere britanniche. Voci che di solito non vengono ascoltate, voci che si perdono nel mormorio del Mondo.

Simile ad una rappresentazione teatrale sulla scena sfilano dodici donne tanto simili quanto diverse tra loro. Accomunate dal colore della pelle e dall’essere donne ma diverse per estrazione sociale, età, e tipo di professione.

Le protagoniste sono delle voci che si levano contro le ingiustizie della società in una continua ricerca di stabilità. Si tratta di un romanzo che parla di lotta al razzismo e contrasto all’esclusione sociale che molte persone vivono quotidianamente.

Queste donne, protagoniste e a tratti femministe, non sono rappresentate come immagini sacre. Il bello di questo romanzo sta anche nella capacità dell’autrice di descrivere queste donne con i loro difetti e le loro paure.

Come si sviluppa il romanzo

Le protagoniste prendono la parola una dopo l’altra per dare vita ad un’opera di più di cinquecento pagine che non annoia mai.

Il fulcro della storia è Amma, una donna nera, omosessuale, femminista attiva sulla scena teatrale londinese.

Alla sua storia si intrecciano quelle delle altre undici donne più o meno giovani.

Insomma, ecco il libro eccezionale che ci trascinerà fin dalla prima pagina nelle avventure di protagoniste indimenticabili.

Un racconto che non parla solo di colore della pelle ma di amicizia, amore, femminismo, lavoro e privilegi in un mix che lascerà incantati.

Un libro che terrà il lettore incollato al divano dall’inizio alla fine, una lettura piacevole e a tratti difficile che molti ameranno.

La struttura assomiglia per certi versi a quella di un copione teatrale. Soprattutto all’inizio della lettura colpiranno la scarsa punteggiatura e l’assenza di lettere maiuscole in una sorta di flusso di coscienza infinito. Questo non farà altro che aumentare il fascino irresistibile di questo romanzo.

Consigliati per te