I nostri nonni lo dicevano che l’elisir di questo frutto di stagione può coinvolgere i 5 sensi

La saggezza popolare da tempo la considera una bevanda insostituibile durante i pasti. Simbolo di longevità, vita sana e soprattutto emblema di convivialità, il vino spesso non può mancare sulle nostre tavole. Soprattutto nelle occasioni che contano e rappresenta uno dei prodotti enogastronomici che rende alcune Regioni italiane famose in tutto il Mondo. Chiaramente spesso per motivi di salute non si può beneficiare dell’estratto d’uva che normalmente ha un moderato indice alcolico.

In condizioni di salute ottimali, un po’ di vino può fare la sua e contribuire al benessere della persona. Sarà sempre il medico a dirci se e quanto vino possiamo bere a tavola. Ma c’è di più. E nostri nonni lo dicevano che l’elisir di questo frutto di stagione può coinvolgere i 5 sensi attraverso trattamenti a base di mosto e vino utilissimi per il corpo. Parliamo della vinoterapia che non è un trattamento medico ma pare apporti numerosi benefici alla nostra pelle e alla microcircolazione.

INVESTI NEL MERCATO IMMOBILIARE CON UN RENDIMENTO POTENZIALE FINO AL 13,13%
Puoi partire da soli 500 euro!

SCOPRI DI PIÙ

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

I nostri nonni lo dicevano che l’elisir di questo frutto di stagione può coinvolgere i 5 sensi

Di origine francese, la vinoterapia è un’esperienza che si può vivere anche in Italia nei centri benessere che lo praticano. Spingono in tal senso strutture che si trovano nelle regioni dove il vino è una tipicità esclusiva di grande pregio e qualità. Parliamo del Trentino-Alto Adige, della Toscana e della Campania in particolare dell’Irpinia dove qualche anno fa pare sia stata inaugurata la prima area di vinoterapia all’interno di una tenuta.

Di cosa si tratta

In sostanza se siamo incuriositi da quella che può apparire come una bizzarra esperienza, saremo invitati ad immergerci in una tinozza di legno. All’interno ci sarà una miscela di acqua di vite, oli estratti dai semi d’uva o mosto. Ogni centro porta in tinozza la sua miscela unica che può differire di poco tra le varie proposte su scala nazionale.

I benefici

Adesso, che l’uva e i suoi derivati avessero proprietà benefiche è faccenda nota ai più. Tra le altre proprietà ricordiamo la quantità di potassio e l’azione (confermata da fonti autorevoli) antiossidante e antinfiammatoria. Per il corpo e la pelle la vinoterapia pare donare una sensazione avvolgente, un abbraccio leggero in grado di coinvolgere i 5 sensi. E i benefici sarebbero a tutto vantaggio della microcircolazione e della disintossicazione della pelle. Un’esperienza singolare e curiosa alternativa ad altri trattamenti corpo (certamente validi). Tutta da provare. E per rimanere in tema possiamo provare questa ricetta irresistibili fagottini di uva al formaggio e pistacchi.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te