I cibi da mangiare e quelli da evitare con la gastrite o il reflusso

Mangiare non serve solo a nutrirci, ma è anche un momento per prendersi cura di noi stessi. Quando assaporiamo qualche cibo, mangiando lentamente, senza correre, ci stiamo prendendo una pausa dallo stress quotidiano.

Masticare con tranquillità e a lungo, infatti, è uno dei primi passi per avere un buon rapporto con il cibo. Esistono, però, alcuni alimenti che potrebbero causarci alcuni fastidi, soprattutto in presenza di patologie.

Una delle problematiche più diffuse, in particolare negli ultimi anni, sarebbe la gastrite. Si tratta di un’infiammazione della membrana che ricopre la parete interna dello stomaco.

Si presenterebbe in diverse forme, con sintomi come bruciori di stomaco, dolori addominali, e inappetenza. Altrimenti, nei casi più gravi, potrebbe causare anche sensazione di vomito e nausea.

Come consiglia Humanitas, sarebbe importante curarla sin dalle prime fasi, per evitare che peggiori. Con il tempo, infatti, potrebbe causare anche la formazione di ulcere, e causare perdite di sangue pericolose.

Per questo motivo sarebbe importantissimo rivolgersi a un medico, nel minor tempo possibile.

Detto questo, esistono alcuni alimenti che dovremmo guardare con attenzione in presenza del problema. Si tratta di alimenti molto comuni sulle nostre tavole, che potrebbero aiutarci o peggiorare i nostri fastidi.

Capiamo, quindi, quali ci farebbero bene e quali dovremmo tenere alla larga dal nostro piatto.

I cibi da mangiare e quelli da evitare con la gastrite o il reflusso

Le cause all’origine della gastrite sono diverse e molteplici. Quest’infiammazione fastidiosa potrebbe dipendere da stress e nervoso, ma anche da reflusso biliare o assunzione sbagliata di farmaci.

Tra gli alimenti che dovremmo cercare di evitare per ridurre il problema, ci sono alcune bevande molto comuni. Stiamo parlando, ad esempio, del caffè o dell’alcol.

Entrambi questi prodotti potrebbero danneggiare la mucosa gastrica. Per questo motivo gli esperti consiglierebbero di non superare i 2 caffè al giorno, evitando del tutto l’alcol.

Gli alimenti che aiuterebbero a ridurre il problema

Alcune verdure, invece, potrebbero migliorare il fastidioso problema della gastrite. Stiamo parlando, ad esempio, di funghi e crucifere, che proteggerebbero lo stomaco dai danni dell’infiammazione.

Per ridurre il senso di gonfiore e pesantezza sarebbero molto utili anche alcuni infusi naturali e dissetanti.

Un alimento perfetto per migliorare il problema sarebbe, invece, lo yogurt. L’ideale, secondo i professionisti del settore, sarebbe consumarlo al mattino a stomaco vuoto.

In questo modo, infatti, apporterebbe grandi benefici, e proteggerebbe la mucosa gastrica. Ecco, quindi, quali sarebbero i cibi da mangiare e quelli da evitare se soffriamo di gastrite.

Ricordiamo, inoltre, che bisognerebbe mangiare con calma, consumando pasti contenuti ma frequenti.

In più, suggeriamo di svolgere movimento fisico, per aiutare il fisico e la digestione.

Lettura consigliata

Diciamo addio a gonfiore e ritenzione idrica con questi rimedi naturali perfetti per ogni donna

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te