Cosa dovremmo mangiare in spiaggia per non ingrassare

Tanto duro lavoro per presentarsi in forma sulla spiaggia può essere vanificato da una o due settimane di vacanza? La risposta è assolutamente sì, se non ci si controlla. Pensiamo a chi ha la fortuna di godere del relax in un resort o in un villaggio vacanze. Oppure anche con una semplice formula all inclusive per hotel di medio livello. In pratica si ha a disposizione qualsiasi ben di dio per diverse ore nel corso della giornata.

Se non si sta attenti, si rischia di dover fronteggiare una sorta di effetto rebound. In pratica, non solo si riacquisterebbero i chili persi, ma se ne aggiungerebbero degli altri. Non proprio il massimo se si è faticato per settimane o mesi.

Il discorso non vale solamente per chi può avvalersi di tutti i benefit elencati prima, ma anche per chi pranza in spiaggia. Non solo, magari consuma altri pasti, come lo spuntino di metà mattina o la merenda pomeridiana.

Anzi, forse, sono proprio loro a dover stare particolarmente attenti. Perché, magari, è facile che si voglia esagerare con le scorte, per il lungo tempo da passare in spiaggia. Mettendo nella borsa mare o, per quelli più organizzati, in quella frigo, ogni sorta di cibo. Compresi fritti e grassi.

Cosa dovremmo mangiare in spiaggia per non ingrassare

Di conseguenza, dovremmo assortire al meglio tutto ciò che portiamo con noi. Privilegiando verdura e frutta e cercando di tenere una dieta equilibrata. Molto sbagliato, per cominciare, pensare di saltare il pasto per poi rifarsi con una grande cena. Otterremmo l’effetto opposto.

Cerchiamo prodotti possibilmente del posto. Al sud abbondano, ma anche nel resto d’Italia non siamo molto da meno. Insalata come rucola e songino sono da privilegiare, con un condimento a base di limone e olio extravergine d’oliva. Ottima anche un’insalata con tonno fresco, uova sode e avocado. Se siamo amanti della carne, potremmo fare un petto di pollo alla griglia, tagliarlo a fettine e condirlo con un po’ di olio. Anche consumato freddo è davvero nutriente.

Un carpaccio di tonno o di spada potrebbe essere una soluzione valida, magari acquistando il pesce fresco in giornata. Chiudiamo il tutto con dell’abbondante frutta di stagione. Melone, anguria, prugne e pesche, tagliate a pezzotti o in una macedonia molto veloce.

Anguria e formaggio oppure melone e mozzarella, ecco alcuni abbinamenti da provare

Per gli amanti degli abbinamenti un po’ ricercati, ecco quelli tra frutta e formaggi. Fichi, anguria e melone si potrebbero prestare molto. I primi con un formaggio come il primo sale, magari arricchito da pepe o peperoncino. Il secondo con uno più leggero come la Feta. Il terzo, che potrebbe anche essere protagonista di un’eccellente pasta fredda preparata in pochi minuti, potrebbe essere accoppiato alla mozzarella. Il tutto condito con dell’olio d’oliva, possibilmente locale.

Cosa dovremmo mangiare in spiaggia per non prendere i chili persi e cercare di tenere, anche in vacanza, un regime alimentare corretto. Poi, ovviamente, qualche sfizio è concesso, basta semplicemente non esagerare e compensare nella maniera giusta.

Lettura consigliata 

Altro che dieta del cavolo, bruciamo i grassi in eccesso e asciughiamo la pancia con questa tisana da bere 3 volte al giorno

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te