I 3 frutti che non mangiamo mai e contengono miniere di vitamine e nutrienti

Per nostra fortuna l’estate oltre al caldo e all’afa porta con sé anche tantissima frutta saporita e salutare. Non staremo qui ancora a elencare tutti i frutti tipicamente estivi che portiamo quotidianamente sulle nostre tavole. Andremo invece a vedere in questo articolo i 3 frutti che non mangiamo mai e contengono miniere di vitamine e nutrienti. Forse, per abitudine o a causa del loro prezzo, ci sono invece dei frutti che contengono talmente tanti nutrienti che ci vorrebbe una biblioteca per elencarli. Sarà nostro dovere elencarli in questo articolo a beneficio dei nostri Lettori.

Si chiama durian ed è bruttissimo

INVESTI NEL MERCATO IMMOBILIARE CON UN RENDIMENTO POTENZIALE FINO AL 13,13%
Puoi partire da soli 500 euro!

SCOPRI DI PIÙ

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Probabilmente chi è stato in Thailandia avrà visto e magari anche assaggiato questo frutto che all’apparenza è davvero bruttissimo. Si chiama durian e assomiglia in tutto e per tutto a un cactus. Ma dalle sue parti è addirittura definito “il re della frutta” visto che più o meno una tazza del suo succo è in grado di donarci addirittura l’80% della quantità giornaliera di vitamina C. Non solo, perché è ricchissimo anche di antiossidanti, minerali, acido folico e vitamina B. Acquistabile sul web in versione succo, ma anche in piacevoli biscotti farciti.

I 3 frutti che non mangiamo mai e contengono miniere di vitamine e nutrienti

Un altro frutto tropicale praticamente sconosciuto ma incredibilmente salutare è la guaiava, originaria del Sud America. Il suo aspetto è simile a quello di un agrume, con un bellissimo e saporito succo rosato. Secondo la scienza alimentare è in assoluto uno dei frutti migliori in grado di combattere il passare degli anni e prevenire l’arrivo dei tumori. Ricchissimo di fibre, minerali, vitamine e antiossidanti nei suoi paesi di origine viene utilizzato per prevenire qualsiasi tipo di malattia.

Non potevano mancare le olive

In mezzo a questi frutti sconosciuti non volevamo far mancare uno dei prodotti tipici della nostra terra: le olive. Non è vero che non le mangiamo mai, ma siamo abituati ad assaporarle e gustarle soprattutto in cucina, ben sapendo che la pianta da cui provengono è piena di nutrienti. Non tutti sanno però che mangiare le olive con frequenza, significa godere degli stessi benefici del molto più costoso avocado. Nelle olive, infatti è contenuto il famoso acido oleico, che gli scienziati sono sempre più concordi nel definire un antitumorale eccezionale.

Approfondimento

Tra i 45 e i 65 anni potremmo avere questa malattia neurologica cerebrale senza saperlo

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te