Formicolio a mani e piedi, mancanza di fiato e perdita di memoria potrebbero indicare la carenza di un nutriente importantissimo per la salute

Capita spesso e soprattutto in alcuni periodi della nostra vita di sentirsi particolarmente stanchi e di avvertire alcuni fastidi. Ad esempio intensi formicolii a mani e piedi, mancanza di fiato, di avere vuoti di memoria o la sensazione di non riuscire a concentrarsi.

Tutti questi sintomi potrebbero essere banalmente legati a forti periodi di stress. Allo stesso tempo questi sintomi potrebbero essere campanelli di allarme che potrebbero indicare la carenza di una vitamina importantissima. La cosiddetta vitamina dell’energia, stiamo parlando della più comune e conosciuta vitamina B12.

Formicolio a mani e piedi, mancanza di fiato e perdita di memoria potrebbero indicare la carenza di un nutriente importantissimo per la salute

Una vitamina idrosolubile le cui scorte si accumulano a livello del fegato. Questa vitamina regola diversi processi biologici soprattutto legati alla sfera del cervello.

I più colpiti da questa carenza possono essere gli anziani, le persone affette da demenza e i vegani e vegetariani. Tuttavia la carenza di questo nutriente può riguardare chiunque indistintamente e le cause possono essere molteplici.

Una sua carenza, infatti, può dipendere da più fattori quali l’uso della pillola anticoncezionale, carenze alimentari o ancora l’uso di antibiotici e di sonniferi. Ad incidere anche sull’assorbimento di questa vitamina ritroviamo le condizioni dell’intestino, infatti una flora batterica compromessa o alterata ne impedisce il corretto assorbimento.

Anche infezioni batteriche ed un forte stress possono influire negativamente sull’assorbimento della vitamina B12. Così come l’abuso di alcune sostanze come caffè e alcol.

Dove trovare questa preziosa vitamina

La vitamina B12 è contenuta all’interno anche di numerosi alimenti di origine animale, in particolar modo l’alimento con un più alto contenuto di questa vitamina è il fegato, ma anche alimenti come la carne di manzo, piuttosto che pesci quale il salmone, le uova e i cereali rinforzati sono delle buone fonti di vitamina B12.

Cosa fare per verificare i livelli di vitamina

Per valutare un eventuale carenza di vitamina B12 sarà sufficiente fare delle comunissime analisi del sangue e valutarne i valori. Laddove si riscontrassero questi sintomi è opportuno rivolgersi al proprio medico per effettuare gli esami indicati. Nel caso di valori sotto la norma è indispensabile consultare il proprio medico curante ed attuare la giusta terapia.

La carenza di vitamina B12 può essere affrontata in diversi modi, quello più valido è sicuramente l’integrazione attraverso l’uso di appositi integratori. Le dosi variano a seconda delle esigenze mentre l’assunzione potrà essere di tipo permanete soprattutto se non si va a modificare il meccanismo che ne causa una carenza.

Ebbene, formicolio a mani e piedi, mancanza di fiato, perdita di memoria potrebbero indicare la carenza di un nutriente importantissimo per la salute.

Approfondimento

La mancanza di queste vitamine potrebbe causare la perdita dei capelli, ecco come prevenirne la caduta con questi preziosi alimenti

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te