Ecco svelati i trucchetti da adottare in fase di cottura per avere un babà altissimo, uniforme e al top

“Il babà è una cosa seria!”. Questo scherzoso detto popolare la dice lunga su questo dolce da forno a pasta lievitata, non facile da preparare.

Pur essendo di origine francese, il babà è ormai considerato un dolce tipico della tradizione napoletana.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
La nuova friggitrice ad aria che amerai: zero odori, zero schizzi

SCOPRI IL PREZZO

Oil free

È perfetto da servire come dessert di un pranzo o di una cena speciale in ogni periodo dell’anno! Essendo un dolce fresco, in questa stagione così come in estate potrebbe realmente rappresentare il dessert ideale.

Diverse sono le varianti, c’è infatti chi lo farcisce con la crema, chi con la nutella, chi invece preferisce la panna o la crema chantilly.

Ma prima di pensare alla farcitura è bene concentrarsi sulla preparazione di questo dolce, che è tutt’altro che semplice.

Basta una piccola disattenzione per perdere tutto il lavoro fatto.

A quanti di noi infatti sarà capitato che, a cottura quasi ultimata, il babà si sia sgonfiato.

Andiamo allora a vedere i trucchetti da adottare in fase di cottura per avere un babà altissimo, uniforme e al top.

Ecco la ricetta per circa 12 persone

Gli ingredienti che occorrono sono:

a) 250 gr di farina Manitoba;

b) 100 gr di burro morbido;

c) 1 cucchiaio di zucchero;

d) 4 uova;

e) 1 cubetto di lievito di birra.

Se abbiamo la fortuna di avere il Bimby in casa questi saranno i passaggi da fare, altrimenti impasteremo con gli attrezzi di cui disponiamo.

Dobbiamo innanzitutto inserire nel boccale le uova, lo zucchero, un pizzico di sale e il burro e mescolare a velocità 4 per 30 secondi. A questo punto aggiungere il lievito, precedentemente sciolto in un cucchiaio di acqua.  Dal foro del coperchio poi facciamo cadere la farina, il tutto con lame in movimento a velocità 4.

Andiamo quindi a lavorare bene l’impasto per poi lasciarlo lievitare per circa mezz’ora.

Trascorso questo tempo è necessario rompere l’impasto. Con il Bimby è possibile farlo rimettendolo in funzione per 10 secondi a velocità 8.

Questo perché va interrotta la prima lievitazione.

A questo punto l’impasto ottenuto può essere versato nella teglia, precedentemente imburrata ed infarinata, che deve avere, per questa dose, un diametro di circa 28 cm.

Ma ecco svelati i trucchetti da adottare in fase di cottura per avere un babà altissimo, uniforme e al top

È proprio in questa fase che vanno adottati gli accorgimenti per garantire una crescita al top.

Il consiglio è di mettere il babà direttamente in forno e lasciarlo crescere per circa un’ora coperto da un canovaccio.

L’errore che in molti fanno, infatti, è proprio quello di spostare continuamente il babà durante la fase di lievitazione. Nulla di più sbagliato per preparare questo dolce così delicato. Perché basta poco per bloccare la lievitazione!

Trascorsa l’ora ecco svelati i trucchetti da adottare in fase di cottura per avere un babà altissimo, uniforme e al top!

Prima di tutto è bene mettere una teglia nella parte alta del forno per evitare che il babà possa bruciarsi nella parte superiore.

Altro accorgimento da adottare per avere una crescita uniforme e al top dell’impasto è quello di accendere il forno a 30 gradi.

Questa è la temperatura ideale per avere un babà altissimo, uniforme e al top.

Con il forno preriscaldato a questa temperatura, vedremo il nostro babà lievitare in modo perfetto.

Solo quando l’impasto avrà superato di circa 1 cm la teglia che lo contiene, potremmo procedere alla cottura e quindi cuocerlo per i primi 10 minuti a 220 gradi, per i successivi 25 minuti a 180 gradi.

A cottura ultima aprire subito il forno e tirare fuori il babà che sarà altissimo, uniforme e al top!

Non ci resterà infatti che sbizzarrirci per la bagna e la farcitura!

Approfondimento

Ecco come utilizzare le fragoline di bosco per un dolce dal profumo inconfondibile che pochi conoscono e che delizierà il nostro palato

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te