Ecco quanto camminare ogni settimana in menopausa per dimagrire velocemente ed eliminare le vampate

Fare attività fisica con regolarità fa bene a ogni età, ma è ancora più importante in un momento delicato come la menopausa. Durante la menopausa, uno sforzo fisico regolare è utile specialmente a buttare giù quei chili in più che si accumulano in seguito al rallentamento metabolico. Ma è utile anche per limitare altri effetti collaterali. È dunque opportuno muoversi con una certa costanza. Sì, ma quanto? Gli esperti hanno cercato di studiare il problema per arrivare a una risposta.

Ecco quanto camminare ogni settimana in menopausa per dimagrire velocemente ed eliminare le vampate

Una ricerca, condotta dai membri dell’Alberta Health Services, ha cercato di capire quanta attività fisica fare durante la menopausa per contrastarne gli effetti meno desiderati. I ricercatori hanno poi pubblicato i risultati sulla prestigiosa “JAMA Oncology”.

La ricerca ha preso un campione di 400 donne canadesi con abitudini sedentarie. Metà di queste ha dovuto fare attività fisica per 300 minuti (5 ore) a settimana, l’altra metà per soli 150 minuti. Dopo mesi di monitoraggio, lo studio ha rilevato una riduzione del grasso addominale esponenzialmente maggiore nel primo gruppo di donne. Oltre al dimagrimento, le donne sottoposte a uno sforzo di 5 ore settimanali hanno registrato anche un calo dei sintomi collaterali. Dunque, secondo la ricerca, ecco quanto camminare ogni settimana in menopausa per dimagrire velocemente ed eliminare le vampate di calore.

È chiaro che i benefici non si limitano alla camminata. Purché si rispetti la soglia minima delle 5 ore settimanali, possiamo dedicarci anche ad altre attività aerobiche, come la bicicletta.

I ricercatori hanno anche affermato che un’attività minima di 5 ore settimanali potrebbe limitare i rischi oncologici.

Anche il rischio di tumore al seno sembrerebbe diminuire

Secondo studi precedenti, un surplus di grasso addominale durante la menopausa sarebbe legato anche a un maggior rischio di tumore al seno. La ricerca promossa dall’Alberta Health Services confermerebbe la relazione e dimostrerebbe che un’attività fisica di 5 ore settimanali aiuterebbe anche la prevenzione oncologica. I ricercatori commentano lo studio, dicendo che la menopausa è un periodo molto delicato, durante cui è bene sottoporsi a controlli costanti. Durante questo periodo, affiancare la prevenzione clinica all’attività fisica è un’arma vincente per abbattere ulteriormente i rischi che questa fase della vita comporta. La combinazione tra monitoraggio medico e stile di vita sano può scongiurare gravi malattie e farci vivere in forze e al meglio.

Lettura consigliata

Per ritrovare finalmente un sonno ristoratore dopo i 50 anni via libera a queste verdure invernali

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te