Ecco quali alimenti dovremmo mangiare per assumere questo minerale importante per il battito cardiaco e per prevenire i calcoli e aiutare l’organismo

I minerali sono parti essenziali del nostro organismo, perché partecipano a tantissimi processi fondamentali per la nostra salute. Contribuiscono, ad esempio, al trasporto di ossigeno verso i tessuti, ma anche alla produzione dell’energia necessaria al nostro corpo per vivere. Per avere un’idea di quanto siano importanti, basterebbe sapere che la carenza di questo minerale potrebbe aumentare il rischio di problemi a cervello, tiroide e non solo.

Uno dei principali minerali di cui abbiamo bisogno è il potassio. Questo minerale, in particolare, aiuterebbe a tenere sotto controllo la pressione, diminuirebbe il pericolo di calcoli renali e inciderebbe anche sulla contrazione muscolare, cuore compreso. Ecco perché diventa importantissimo integrare il potassio, anche attraverso l’alimentazione.

Il potassio è naturalmente presente nel nostro organismo, ma noi possiamo assumerlo grazie ad alcuni alimenti precisi. Vediamo insieme quali sono e mettiamoli nel carrello dalla prossima spesa.

Ecco quali alimenti dovremmo mangiare per assumere questo minerale importante per il battito cardiaco e per prevenire i calcoli e aiutare l’organismo

Abbiamo compreso che è importante assimilare il potassio, ma non abbiamo ancora specificato cosa potrebbe comportare una sua carenza. Ciò potrebbe causare, oltre a debolezza muscolare diffusa e sbalzi d’umore, anche irregolarità nel battito cardiaco.

Per assumerlo, quindi, dovremmo focalizzarci su alimenti freschi, come verdura e frutta, ad esempio, cetrioli, carote, melanzane e zucchine. Un’altra categoria di alimenti particolarmente ricca di potassio è quella dei legumi. Sarebbero importanti i fagioli, ma anche la frutta secca.

Oltre a questi alimenti più naturali, ricordiamo che il potassio è presente, anche se in quantità più contenute, anche in pesce e carne. In particolare, nel pollame, ma anche nella carne rossa e nei latticini. Ecco quali alimenti dovremmo mangiare per assumere per integrare il potassio, e prenderci cura del nostro organismo.

Attenzione a evitare gli eccessi

Nonostante sia bene contrastare la carenza di potassio, gli esperti di Humanitas suggeriscono di non cadere nel problema contrario. L’eccesso di potassio nel sangue è noto col nome di “ipercalemia” e anche questa situazione avrebbe conseguenze sull’organismo.

In particolare, si potrebbero verificare rallentamenti del battito cardiaco o aritmie. In alcuni casi, un’alta presenza di potassio nel sangue potrebbe causare anche uno stato di debolezza generale, diffuso in tutto l’organismo.

Lettura consigliata

Pochi sanno che questa pianta che tutti abbiamo in cucina aiuterebbe a combattere il colesterolo alto e l’ipoglicemia

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te