Ecco cosa non può mancare in valigia quando si va a visitare una città d’arte

La parola vacanza racchiude in sé esperienze molto diverse tra loro a seconda della destinazione finale. C’è la vacanza a tutto relax in spiaggia e quella più avventurosa a base di trekking in montagna, ma anche quella culturale in una città d’arte.

Città d’arte

Anche in questo caso, bisogna dirlo, c’è da scarpinare se vogliamo visitare tutte le ricchezze artistiche della località in cui ci troviamo. Tra musei, chiese, antichi monumenti o zone archeologiche c’è solo l’imbarazzo della scelta e un unico imperativo: collezionare ricordi.

In Italia pensiamo a Roma, città in cui affondano le radici del nostro passato, o a Firenze, culla e simbolo del Rinascimento. Non meno affascinanti l’elegante Venezia adagiata sull’acqua e Bologna, tra i tortellini e i portici patrimonio UNESCO.

Ma anche all’estero non mancano esempi di città ad alto tasso culturale come Malaga, Porto o anche Bruxelles, che si può visitare in 2 giorni. Ebbene, se nel nostro piano vacanze è inclusa anche una città d’arte, ecco cosa non può mancare in valigia.

Comodità e freschezza

Visto che come abbiamo detto c’è da camminare, verosimilmente parecchio, la parola d’ordine è solo una: comfort. Scegliamo sia capi che accessori comodi, leggeri e pratici, così da evitare tanto il mal di piedi quanto un’indecorosa sudata.

Sul versante accessori non possono essere lasciati a casa gli occhiali da sole e il cappellino, specie se ci muoviamo in estate con temperature roventi. Consigliata anche una borsa capiente, tipo secchiello, che possa contenere mappe, cartine e tutto l’occorrente per stare intere giornate a spasso per la città.

Ecco cosa non può mancare in valigia quando si va a visitare una città d’arte

La borsa grande serve anche per contenere felpe o giacche di jeans, visto che anche con la bella stagione è sempre meglio vestirsi a cipolla. I repentini cambiamenti nel meteo sono sempre dietro l’angolo e bisogna essere preparati.

Sul fronte scarpe, poco da dire: sneakers a volontà, di qualsiasi forma, colore e modello. Per quanto invece riguarda gli indumenti, il connubio maglietta e pantaloni resta una garanzia, a patto di scegliere questi ultimi nella versione a gamba larga.

Anche un maxi dress può aiutarci a sentirci più fresche, come anche una tuta lunga o corta in cotone con cinturino in vita. Rispolveriamo eventualmente anche la vecchia salopette e non dimentichiamo canotte o top a righe e una camicia oversize.

Lettura consigliata

Una città europea low cost calda dove c’è anche il paese dei Puffi

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te