Ecco cosa fare se scopriamo un puntino bianco e spesso su una palpebra che diventa più grande

Nel corso di una vita può capitare di scoprire un bozzetto su una palpebra, una specie di granello di riso spuntato sotto la pelle che poi piano piano sparisce. In questo caso si tratta di un orzaiolo.

Ma se questo rigonfiamento non guarisce mai, anzi diventa fastidioso e più grande, allora si tratta di un calazio. Ecco che cos’è e cosa bisogna fare per eliminarlo, una mini guida elaborata dalla Redazione Salute di ProiezionidiBorsa.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Un ‘granello di riso’ da tenere monitorato

Il calazio è l’ingrossamento di una piccola ghiandola dell’occhio che si trova nello spessore della palpebra. Essa secerne una sostanza liquida ma grassa (detta sebo) che insieme alle lacrime serve a lubrificare altri organi dell’occhio. La congiuntiva e la cornea, in particolare che non devono mai restare all’asciutto per funzionare bene.

Se per qualche motivo il canalino dal quale esce il sebo si ottura, la ghiandola si infiamma e si rende evidente con un lipogranuloma sulla palpebra. Il piccolo ristagno di sebo che appare sotto la pelle, rende subito il nostro sguardo poco gradevole.

Prima mossa, eliminare il trucco

Per prima cosa, eliminiamo il make-up. Cominciamo a non coprirlo con ombretti, matite e mascara, se si ha l’abitudine di truccare gli occhi. E poi teniamolo d’occhio qualche giorno, ma non di più. Ecco cosa fare se scopriamo un puntino bianco e spesso su una palpebra che diventa più grande.

Il calazio si ingrossa o si infiamma senza cause apparenti. A volte si riduce talmente da non essere più visibile. Ma se invece aumenta di volume e l’aumento diventa duraturo, cominciamo a preoccuparci. L’infiammazione sta proseguendo e provocherà un danno estetico alla palpebra, oltre che un micidiale prurito.

È indispensabile sottoporsi quanto prima a un piccolo intervento chirurgico che elimina il disturbo. Per non ritrovarsi problemi di astigmatismo.

Ecco cosa fare se scopriamo un puntino bianco e spesso su una palpebra che diventa più grande

Le cure mediche di solito non hanno alcun effetto sulla dimensione del calazio. Dopo il superamento di un certo stadio, né colliri né unguenti possono ridurlo. Possono solo ammorbidire superficialmente la pelle.

L’oculista prova con le iniezioni di steroidi, oppure asporta delicatamente il calazio con una piccolissima incisione in anestesia locale. In qualche giorno è tutto finito, si guarisce senza alcun segno di cicatrice. Se occorre l’incisione, infatti, è praticata in dall’interno della palpebra.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te