Ecco come assumere correttamente erbe drenanti e diuretiche per combattere cellulite e ritenzione idrica

I “drenanti” sono molto conosciuti e apprezzati perché rappresentano un validissimo aiuto per combattere la fastidiosa ritenzione idrica. Quest’ultima è causa di gonfiore, soprattutto nella parte bassa del nostro corpo e della celeberrima nemica di tutte le donne: la cellulite.

Una sana alimentazione e l’attività fisica sono importanti per combattere questi inestetismi, ma un rimedio molto utile si trova, come spesso accade, nella natura e nelle sue erbe.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Acquista lo smartwatch XW 6.0 con il 50% di sconto

Scopri ora l'offerta

Smartwatch

Ecco come assumere correttamente erbe drenanti e diuretiche per combattere cellulite e ritenzione idrica

Basterà mettere un piede in farmacia per conoscere prodotti drenanti di ogni genere, infatti sono i prodotti farmaceutici più venduti al mondo. Ma è proprio lì che dovremmo cercarli? Non sarebbe forse meglio saltare una serie di processi e assumere questi prodotti che la natura ci offre, nella loro forma e sostanza originale?

In questo articolo spiegheremo come assumere correttamente erbe drenanti e diuretiche, senza ricorre a pillole o ad altri prodotti farmaceutici, ma nella loro naturalezza.

Ma intanto vediamo quali sono le migliori erbe drenanti, poi capiremo come assumerle.

Le erbe da scegliere

La betulla. Di questo albero si utilizzano le foglie, che hanno proprietà drenanti e diuretiche, utili per combattere gonfiore e cellulite.

L’equiseto arvense o “coda cavallina”. È una pianta spontanea e infestante e molto antica. Di questa pianta si utilizzano sia i fusti che le foglie per moltissime preparazioni, dalle tisane, ai decotti, agli impacchi. È diuretica e ricca di sali minerali, infatti molti sportivi la utilizzano per ripristinare i sali minerali che si perdono sudando.

Il ribes nero. Di questa pianta si utilizzano frutti, foglie e gemme. Ma sono le foglie a svolgere la funzione drenate maggiore. Pianta utile anche contro i dolori dei reumatismi.

L’ortica. Fin dall’antichità questa pianta orticante viene utilizzata per le proprietà diuretiche e depurative. L’ortica agisce favorendo l’eliminazione delle scorie, infatti storicamente era consigliata dopo le abbuffate, per disintossicare l’organismo.

Il tarassaco. Chiamato anche “dente di leone”, il tarassaco, fra le varie proprietà, possiede anche quella drenante. È molto buono anche da mangiare, e si trova facilmente ovunque, perché è infestante. Le foglie sono più indicate per le proprietà drenati molto potenti.

Come assumere le erbe diuretiche in maniera naturale

Il modo migliore per assumere queste erbe è quello di creare degli infusi, e per tutte il procedimento sarà lo stesso.

Potranno essere messe ad essiccare sotto il sole, per poi essere tritate. Se secche, il dosaggio prevede un cucchiaino per tazza. Se le erbe sono fresche, allora due cucchiaini per tazza. L’infusione di ognuna di queste erbe si otterrà immergendo il dosaggio giusto in una tazza di acqua calda, per una decina di minuti.

Per vedere i risultati l’ideale sarà assumere 2-3 tisane al giorno per almeno un mese. Grazie a questi rimedi naturali non sarà necessario comprare prodotti da farmacia.

Ecco spiegato, dunque, come assumere correttamente erbe drenanti e diuretiche per combattere cellulite e ritenzione idrica.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te