Ecco 2 esercizi di risveglio muscolare che aiutano ad attivare tutto il corpo

Nessuno ama svegliarsi la mattina, lasciare il proprio letto e iniziare la giornata. Senza dubbio preferiamo di gran lunga restare sotto le coperte e posticipare la sveglia il più possibile, purtroppo però gli impegni chiamano.

Oltre a una colazione sana ed equilibrata per risvegliarsi e sentirsi attivi di prima mattina, possiamo fare dei semplici esercizi muscolari.

Questi sono adatti a tutti e stimolano i muscoli, le articolazioni e il metabolismo.

Ecco 2 esercizi di risveglio muscolare che aiutano ad attivare tutto il corpo

Anche se molti di noi rabbrividiscono al solo pensiero di fare degli esercizi fisici di prima mattina, in verità questi sono molto consigliati. Non solo stimolano i muscoli e le articolazioni ma ci permettono di sentirci più energici e svegli.

Praticare gli esercizi di risveglio muscolare allevia le tensioni, ci rende più flessibili e migliora il nostro umore. Il movimento fa sì che il corpo rilasci degli ormoni come la serotonina e la dopamina che incidono proprio sul buon umore e la felicità.

Gli esercizi di risveglio muscolare non sono molto impegnativi, si tratta solo di stirare i muscoli e puntare la sveglia 10 o 20 minuti prima del solito.

Esercizio 1

La prima cosa che bisogna fare prima di praticare qualsiasi esercizio di risveglio muscolare è stirare le braccia e le gambe.

Sediamoci a bordo del letto e tendiamo le braccia verso l’alto. Successivamente stiriamo il braccio sinistro in modo laterale per qualche secondo e facciamo lo stesso con il braccio destro. Alziamoci e portiamo le braccia verso il basso, come se volessimo toccare i piedi, manteniamo la posizione per qualche secondo.

Fatti questi passaggi possiamo dedicarci agli esercizi di risveglio muscolare.

Il primo esercizio, chiamato da alcuni mulino a vento, prevede una posizione  in piedi con gambe leggermente divaricate.

Stendiamo le braccia ai lati, queste restano distese durante tutto l’esercizio, con la mano sinistra tocchiamo il piede destro. La gamba destra si piega, mentre quella sinistra resta stesa. Allo stesso tempo, distendiamo il braccio destro verso l’altro e facciamo attenzione a mantenere la schiena dritta. Torniamo poi alla posizione di partenza e ripetiamo l’esercizio sull’altro lato. Eseguiamo almeno 8 ripetizioni per ciascun lato.

Esercizio 2

Dopo aver stirato braccia e gambe come indicato precedentemente, possiamo dedicarci al secondo esercizio.

Questo esercizio proviene dallo yoga ed è consigliato per la mobilizzazione della schiena. Si inizia appoggiandosi totalmente a terra, le mani sono posizionate ai lati accanto alle spalle e poggiano sul pavimento.

Grazie alle mani, spingiamoci verso l’alto in modo da incurvare la colonna vertebrale, mantenendo però le gambe il più vicino possibile al pavimento. Cerchiamo di mantenere i piedi distesi, mentre il resto del corpo è sospeso. Se inizialmente dovesse risultare troppo difficile, iniziamo con l’appoggiare i fianchi e le cosce. Manteniamo questa posizione per almeno 10 minuti, facendo dei respiri profondi, fatto questo appoggiamo nuovamente il corpo a terra. Possiamo ripetere l’esercizio per 8 volte.

Ecco 2 esercizi di risveglio muscolare che aiutano ad attivare tutto il corpo

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te