Dissetante e succoso è questo il frutto estivo che dovremmo mangiare per favorire l’assorbimento del ferro e controllare i livelli di colesterolo

In estate la frutta la fa da padrona. La stagione calda è generosa di varietà particolarmente dolci e succose con cui fare golosi spuntini senza appesantirsi. Inoltre la frutta è ricca di acqua e insieme alla verdura ci aiuta a combattere la disidratazione meglio di ogni altro alimento. Perché l’acqua si assume anche attraverso i cibi ricchi di liquidi. Inoltre è ricca di potassio e di sostanze antiossidanti e ci aiuta a reintegrare le vitamine e i sali minerali che si perdono con la sudorazione. Favorisce l’assorbimento del ferro grazie alla presenza di vitamina C e assicura un buon apporto di fibra.

Una varietà dolce e saporita

Quando scegliamo la frutta non dobbiamo solo controllare che sia grande e di bell’aspetto. Anzi. Certe volte le irregolarità sono indicatori di coltivazioni biologiche o di varietà poco comuni ma particolarmente saporite. Non basta dire pesca, perché ci sono varietà pregiate che vale la pena conoscere e apprezzare. Come la Tabacchiera o la Sbergia che è perfetta nelle diete ipocaloriche perché dà senso di sazietà ed è praticamente priva di grassi. Così come non basta dire susina. Andremo infatti a conoscere una varietà particolare, la Ramassin.

È tipica della Val di Susa, in Piemonte. Il nome Ramassin deriverebbe da damaschina, ad indicare l’origine siriana del frutto portata in Europa dai crociati già nel XII secolo. Qualcuno non è d’accordo con questa versione della storia e lega la Ramassin a Rama la città che secondo la leggenda Remo avrebbe costruito per far dispetto al fratello Romolo. La Ramassin sarebbe il frutto di Rama sulle cui rovine sarebbe sorta la città di Susa. Storie intriganti che rendono più allettante il nostro dolcissimo frutto.

Dissetante e succoso è questo il frutto estivo che dovremmo mangiare per favorire l’assorbimento del ferro e controllare i livelli di colesterolo

La Ramassin è di forma ovale e piuttosto piccola, non più di 3 cm di lunghezza. A seconda della varietà, presenta colori che variano dal blu al giallo, fino al viola. Matura da luglio a fine agosto.

Perché mangiarla? È fonte di sali minerali come potassio e magnesio, calcio e fosforo e aiuta a combattere anemia ed astenia. Il calcio e il fosforo contribuiscono alla salute di ossa e denti. È ricca di vitamine come A, B1, B2 e C e di fibre, il miglior rimedio contro la stitichezza. Le fibre aiutano anche a tenere sotto controllo gli zuccheri e i livelli di colesterolo nel sangue. Contiene mediamente 32 calorie per 100 grammi di prodotto. Dissetante e succoso è questo il frutto estivo che dovremmo mangiare per contrastare il caldo in modo salutare.

Lettura consigliata

Pochi lo sanno ma questo piatto esotico molto amato che contiene carboidrati, proteine e sali minerali potrebbe nascondere troppe calorie

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te