Diritti e divieti da osservare in spiaggia

Durante i mesi estivi una buona parte della popolazione italiana decide di trascorrere le proprie vacanze al mare. Nonostante la montagna diventi ogni anno più popolare, le mete balneari rimangono le più gettonate. Per poter godere a pieno delle meritate ferie è allora opportuno conoscere cosa si può e cosa non si può fare in spiaggia.

I falsi miti

La prima cosa da sapere è che le spiagge sono beni demaniali, ciò significa che appartengono allo Stato e questo vale sia per quanto riguarda le spiagge libere sia per quelle occupate dagli stabilimenti. Una porzione della spiaggia può però essere data in concessione agli stabilimenti balneari. Questi si occupano di fornire agli avventori una serie di servizi, come le postazioni formate da ombrelloni e lettini, il bar, il ristorante e i servizi igienici, per accedere ai quali è necessario pagare.

In relazione all’ingresso, all’interno del lido troviamo subito il primo mito da sfatare. Non essendo luoghi privati non è possibile vietare l’accesso a chi, pur non essendo cliente dello stabilimento, voglia transitarvi per accedere alla battigia. La battigia è la porzione lungo cui l’onda marina batte sulla spiaggia e si estende per circa 5 metri. Sulla battigia non si può però stendere il proprio telo e sostare.

Il secondo mito da sfatare è quello che riguarda la possibilità di portare cibo in spiaggia. Il titolare dello stabilimento infatti non può vietare questo comportamento che è invece consentito dalla Legge.

Per quanto riguarda i giochi, come ad esempio i racchettoni, bisogna controllare le ordinanze balneari esposte all’ingresso del lido. Sono queste ordinanze, emanate dalla Capitaneria di Porto o dal Comune, a dettare le regole in spiaggia.

Diritti e divieti da osservare in spiaggia

Un altro dubbio che può sorgere circa i divieti in spiaggia è quello che riguarda la possibilità di fumare. È bene chiarire che non esiste un divieto di fumo generalizzato, trattandosi di luoghi all’aperto, quindi il più delle volte è possibile fumare nella spiaggia libera. Tuttavia, molti Comuni durante la stagione estiva emanano ordinanze volte a vietare il fumo in spiaggia. Durante la permanenza bisogna prestare molta attenzione a non lasciare rifiuti di ogni genere per non inquinare l’ambiente marino e non incorrere in sanzioni.

Infine, ci si chiede se è consentito portare il cane in spiaggia. Non esistono leggi che vietano l’ingresso ai cani e pertanto possono stare nelle spiagge libere e fare il bagno. Gli stabilimenti balneari hanno però la facoltà di decidere di proibire loro l’ingresso.

Ecco dunque spiegati in sintesi alcuni dei diritti e divieti da osservare in spiaggia.

Lettura consigliata

Quando chi acquista un’auto può non pagare le rate del finanziamento

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te