Dimagrire senza perdere il volume del petto sarebbe possibile

Perdere peso mantenendo un petto alto e sodo non è una mera utopia. Certo, è inevitabile che si riduca un pochino. Infatti, le mammelle sono costituite principalmente da una parte ghiandolare e da tessuto adiposo. Ma lavorando adeguatamente sulla massa muscolare, è possibile far si che non vi siano cedimenti. In tal senso, una buona dieta deve essere affiancata anche da qualche esercizio. Fortunatamente, ce ne sono di diversi tipi. Si tratta di brevi sequenze, adatte a risolvere gli inestetismi dovuti a un cedimento dei tessuti, che è la conseguenza più frequente a seguito di un dimagrimento importante.

Dimagrire senza perdere il volume del petto, significa prendersi cura della propria massa muscolare, a partire dall’alimentazione. Il proposito di ogni dieta è di stabilire un deficit calorico che permetta di perdere peso. Oltre a questo, per non perdere massa muscolare, è necessario stabilire una corretta ripartizione dei macronutrienti. Per nutrire adeguatamente la massa magra e permettere al corpo di consumare calorie anche a riposo, è necessario assumere una giusta dose di proteine. Il trucco consiste nel fatto che il corpo andrà a consumare più calorie di quante non ne abbia ingerite. Questo meccanismo si innesca prediligendo cibi come uova, formaggi freschi e magri, carne di pollo o tacchino, pesce azzurro.

Dimagrire senza perdere il volume del petto sarebbe possibile

Il petto è una struttura anatomica complessa e priva di muscolatura propria. Viene infatti sorretta dai muscoli pettorali. Per mantenere un seno alto e sodo, ma anche voluminoso, è necessario aumentare la tenuta e il volume dei muscoli pettorali. A cominciare da un’alimentazione ricca di acqua e proteine. Consigliate anche quelle derivate dai prodotti a base di soia, che oltretutto contiene estrogeni, ovvero ormoni femminili, che potrebbero contribuire a stabilizzare le dimensioni del petto. Attenzione nel caso si soffrisse di patologie pregresse alla tiroide: in tal caso l’uso della soia e di altri alimenti ad alto contenuto di ormoni sarebbe sconsigliabile.

Rimedi per mantenerlo alto e sodo durante il dimagrimento

I muscoli pettorali non sono gli unici responsabili della tenuta del petto, infatti il tessuto adiposo da cui è costituito risente molto dei bruschi cali di peso. Per questo motivo, è importante agire con la prevenzione. Se si ha in programma una dieta dimagrante, per preservare il volume del petto è meglio prediligere un regime alimentare non severo. E accettare di dimagrire lentamente, in modo da abituare i tessuti e in particolare la pelle.

A questo proposito, la tecnica migliore consiste nel massaggiare il petto con movimenti circolari, partendo dal centro del petto verso l’esterno. Questa manovra, se ripetuta per 10 minuti al giorno, mantiene elastica la pelle e il petto turgido. Il massaggio può essere effettuato con olio di fieno greco, ricco di estrogeni. Se si dovesse soffrire di problemi alla tiroide, sarebbe meglio scegliere l’olio essenziale di iperico, altamente cicatrizzante e perfetto contro le smagliature.

Lettura consigliata

Alga Spirulina per dimagrire e non solo, proprietà e controindicazioni

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te