Cosa usare al posto dello zucchero in cucina

Quello che tutti conoscono come zucchero in realtà è un composto organico di nome saccarosio. Abbiamo sempre avuto l’esigenza di addolcire la nostra vita ed infatti lo zucchero ha origini antichissime. La lavorazione della canna da zucchero risale al 5000 a.C. “Miele che non aveva bisogno di api”: così definì lo zucchero Alessandro Magno nel 325 a.C. La lavorazione della canna da zucchero nel diciottesimo secolo si diffuse in Sicilia, in seguito anche a Cuba, in Messico e Brasile.

Quanti tipi ne esistono

La tipologia più comune e in genere maggiormente usata è lo zucchero bianco. Tuttavia, con il tempo e con l’esigenza di seguire svariati regimi alimentari, sono nati altri tipi di zucchero. A fare la differenza rispetto al classico zucchero bianco è certamente il tipo di lavorazione. Quello maggiormente usato è frutto della raffinazione dello zucchero ancora grezzo estratto dalla canna o dalla barbabietola. Il colore bianco ci dice che lo zucchero è raffinato. Diversamente da questo, lo zucchero di canna Demerara non subisce il processo di raffinazione. Naturalmente, come spiega il nome, deriva dalla canna da zucchero. Un’alternativa al classico zucchero bianco è anche quello di canna integrale. Il sapore intenso di questa qualità è sinonimo della poca lavorazione e conserva buona parte dei principi nutritivi. Ricordiamo infine il miele, che si differenzia per la sua consistenza liquida, e tanti altri dolcificanti.

Cosa usare al posto dello zucchero in cucina

Da sempre si afferma che le sostanze naturali favorirebbero maggiormente il benessere rispetto a quelle modificate in modo artificiale. Nel caso dello zucchero bianco, il processo di raffinazione ci induce a diminuirne l’uso o addirittura per chi è in sovrappeso eliminarlo del tutto. Cosa usare al posto dello zucchero in cucina ce lo dicono soprattutto gli chef e i pasticceri, maghi nella preparazione di dolci. I dolci esigono nella loro preparazione l’elemento zuccherino al quale non si può rinunciare. Fortunatamente non mancano le alternative. Ottimo per sostituire lo zucchero raffinato nella preparazione di dolci è lo zucchero di cocco. Costituito in gran parte da saccarosio, si ottiene dai fiori della pianta di cocco. Alternativa naturale è anche lo sciroppo d’acero, deriva appunto dalla pianta di acero ed è decisamente versatile in cucina. In ultimo, utilizzata prevalentemente per bevande, la stevia, ottenuta dall’omonima pianta, è un’altra valida alternativa allo zucchero.

Lettura consigliata

Come fare in 10 minuti dei pancake leggerissimi senza uova e senza zucchero

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te