Cosa troveremo sulla tavola il giorno di Natale, ecco i piatti tipici di 3 regioni italiane

Natale

Il Natale è una delle festività più sentite nel mondo. Dal punto di vista religioso si festeggia la nascita di Gesù. Dal punto di vista umano, è il giorno dei ricordi e dell’unione familiare. Ma soprattutto è il giorno in cui la tradizione si rinnova. In questo periodo ad accompagnare i momenti di festa c’è il cibo. Tavole imbandite riscaldano l’atmosfera in ogni casa. Cosa troveremo sulla tavola il giorno di Natale, considerato che ogni luogo ha le sue tipicità natalizie? La bellezza è proprio questa, ritrovare le proprie origini in un piatto. In ogni regione italiana il Natale si festeggia cucinando e mangiando insieme. Tuttavia le ricette non sono le stesse.

Piatti tipici del Natale in Toscana

Il Natale comprende un vero e proprio viaggio tra profumi e sapori differenti. Ogni regione generalmente privilegia in cucina l’uso di prodotti tipici del territorio. Un piatto immancabile sulle tavole in Toscana è sicuramente la ribollita. Questa zuppa ha origini contadine e comprende fagioli, cavolo verza e cavolo nero.

Altro piatto della tradizione natalizia in Toscana sono le crespelle alla fiorentina, dette anche fazzoletti della nonna per la particolare forma. Questa ricetta prevede l’uso di farina, uova, latte, burro e sale. Il ripieno è costituito dall’unione di ricotta e spinaci. La carne è uno dei punti forti della cucina toscana. Dunque sulle tavole non può mancare un buon arrosto misto.

Per quanto riguarda i dolci, ricordiamo la pagnottella di Natale. Un impasto di pane dolce a cui viene aggiunta la frutta secca. Altro dolce tipico è il panforte, realizzato con noci e frutta candita. Ed ancora cantuccini, ricciarelli e castagnaccio alla toscana.

Cosa troveremo sulla tavola il giorno di Natale: la tradizione

Un’altra regione ricca di eccellenze gastronomiche è la Campania. Qui il Natale è particolarmente sentito. Soprattuto a tavola. In questa occasione il pesce è protagonista iniziando dagli spaghetti con le vongole. L’immancabile baccalà fritto e l’orata all’acqua pazza. Ed ancora il polpo all’insalata. Ricordiamo la sostanziosa minestra maritata, i tortellini in brodo e i cannelloni ripieni con ricotta e spinaci. Un Natale ricchissimo che non delude nessuno, dal pesce alla carne, il menu è completo.

Anche per i dolci la scelta è ampia. A Natale in tavola, sono presenti gli struffoli, piccole palline di pasta frolla fritte e ricoperte di miele. Immancabili i golosissimi rococò, mostaccioli e raffiuoli.

I piatti tipici della Calabria

Una cucina dai sapori forti che riscalda il Natale calabrese. In questo giorno non si può rinunciare ai tradizionali spaghetti alici, mollica e peperoncino. Ed ancora le treppicedde, ovvero gli spaghetti con la trippa di stoccafisso. Segue stoccafisso con patate e capretto al forno.

Naturalmente non mancano i dolci. Tra questi ci sono i crucitti, ovvero fichi secchi con l’aggiunta di cannella, noci e scorzette di arancia. Il giorno di Natale in Calabria non si può rinunciare ai cannarituli, una specie di gnocchi fritti e immersi nel mosto cotto. E per chiudere l’immancabile grappa al peperoncino.

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te