Cosa mangiare e quando farlo dopo aver fatto jogging per recuperare al meglio

Anche col caldo molti italiani non rinunciano all’ora di corsetta a fine giornata per scaricare la tensione accumulata. Chi ha la fortuna di vivere al mare o al lago approfitta dell’arietta e della brezza ma chi abita in città cerca magari ristoro nei parchi. Dobbiamo però sempre ricordare che prima e dopo un allenamento è opportuno seguire delle regole alimentari per trarre giovamento dallo sforzo. Ecco cosa mangiare e quando farlo dopo aver fatto jogging per recuperare al meglio. Se lo facciamo per semplice passione è un discorso ma se l’attività è legata anche al mantenimento della forma ideale e del peso allora ci permettiamo qualche suggerimento utile.

Cosa mangiare e quando farlo dopo aver fatto jogging per recuperare al meglio

Quando vediamo gli sportivi che “azzannano” uno snack o una barretta proteica che dir si voglia poco dopo l’allenamento prendiamone esempio. Il momento perfetto, infatti per reintegrare lo sforzo è farlo entro un’ora dal termine con un mix di proteine e carboidrati complessi. Che troviamo pronti nelle barrette energetiche o altrimenti in cucina nei tuberi, nei legumi e nei cereali. Ciò permetterà al nostro organismo di reintegrare quanto perso e velocizzare il recupero fisico e muscolare. Attenzione invece a non abbuffarci con un’eventuale cena troppo pesante perché potrebbe portarci addirittura a nausea e vomito.

Perché proteine e carboidrati assieme

Non esagerare con una cena troppo pesante e assumere sia proteine che carboidrati non sono la stessa cosa. Soprattutto se lo sforzo fatto è stato notevole. La corsa infatti obbliga il nostro organismo a recuperare non solo i sali e l’acqua del sudore ma anche i grassi e le riserve di energia consumati. Ecco perché contano le quantità oltre alla qualità di ciò che andremo ad assumere.

Cosa vuol dire in poche parole? Che le proteine servono a ridare sprint e riparare eventuali stress muscolari, mentre i carboidrati serviranno a riportare il livello di zuccheri “buoni” nel sangue al livello di equilibrio. Ecco allora qualche consiglio:

  • petti o bocconcini di pollo e tacchino saltati in padella;
  • del salmone con un piatto di verdure cotte;
  • uova cucinate in forma leggera con cereali e legumi;
  • 80 grammi di pasta integrale con un filo d’olio e del formaggio grattugiato.

Approfondimento

Sarà impossibile resistere a questi freschissimi ghiaccioli di frutta fatti in casa velocemente

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te