Cosa bisognerebbe mangiare e bere per ridurre il grasso addominale

Quando si prende peso l’effetto macroscopico è quasi sempre rappresentato dall’accumulo di grasso nella pancia. Un accumulo che, continuando a ingrassare, porta poi pure alla formazione dei cosiddetti rotolini. L’aumento del grasso addominale, inoltre, è quasi sempre associato e associabile a un cambio dello stile di vita.

La sedentarietà, per esempio, incide eccome sulla formazione del grasso addominale. Specie se, al poco movimento, si associa pure l’eccessivo consumo di alcolici e di cibi che, ricchi di grassi e di zuccheri, portano nella dieta a far registrare un eccesso calorico rispetto a quello che è il proprio fabbisogno giornaliero. Vediamo allora come ridurre il grasso addominale tornando sulla retta via. Ovverosia, scegliendo le bevande e gli alimenti giusti.

Cosa bisognerebbe mangiare e bere per ridurre il grasso addominale

Nel dettaglio, su cosa bere per snellire la pancia la prima cosa da dire è che occorre stare sempre lontani non solo dagli alcolici, ma anche dalle bevande zuccherate. Detto questo, ci sono bevande che allo scopo sono considerate come bruciagrassi.

Dalla semplicissima bevanda acqua e limone, che ha peraltro pure un potere depurativo e disintossicante, al tè allo zenzero. Passando pure per i frullati di frutta e verdura che hanno il potere naturale di sgonfiare la pancia grazie all’elevato apporto di fibre.

Al pari delle bevande, pure tra i cibi ci sono quelli che sono ritenuti come bruciagrassi. Nella maggioranza dei casi si tratta di verdure. A partire dal sedano, passando per i cetrioli, le carote, gli asparagi, i broccoli e gli spinaci. Pure per i cibi più sostanziosi, inoltre, si possono fare le scelte giuste.

Per esempio, privilegiando sempre le carni bianche rispetto a quelle rosse. Nel dettaglio, fermo restando che la dieta giusta per snellire la pancia è solo quella prescritta sempre da un nutrizionista, c’è chi riesce a ridurre il grasso addominale mangiando spesso a pranzo petto di pollo ai ferri e insalata.

Questa è quindi la risposta su cosa bisognerebbe mangiare e bere per snellire la pancia. Ma ci sono pure tante altre accortezze per tenere sotto controllo l’apporto calorico. Vediamo allora quali sono.

Ecco altri consigli utili per chi vuole snellire l’addome

Il tipo di cottura e i condimenti dei cibi possono incidere e non poco sull’apporto calorico. In particolare, rispetto alle fritture, sono sempre da preferire le cotture al forno. Ed ancor meglio se la cottura dei cibi avviene al vapore.

Così come occorre sempre fare attenzione ai condimenti. Perché, per esempio, nell’ambito di una dieta sana ed equilibrata pure la pasta rientra in un regime alimentare corretto. Ma senza mai esagerare con i sughi che, troppo elaborati, quasi sempre sono anche molto calorici.

Lettura consigliata

Perché le donne ingrassano sulla pancia anche in menopausa e come si potrebbe ridurre il grasso addominale più velocemente

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te