Cosa bere per proteggere cervello e memoria e combattere il caldo

Niente di meglio che una una bella limonata fresca per combattere l’ondata di caldo che ci sta tormentando. Ma se un pizzico di un ingrediente segreto rendesse la bevanda anche più salutare per il cervello e la memoria?

L’ingrediente che aiuterebbe a mantenere in forma il cervello

La lotta contro le malattie del cervello, che ci colpiscono soprattutto in età avanzata, passa anche dalle prevenzione. Come spiegano gli esperti, uno stile di vita sano e un’attività fisica regolare sono importanti. Fondamentale è anche continuare ad allenare il nostro cervello con attività stimolanti, come il classico cruciverba sotto l’ombrellone. Infine, anche l’alimentazione gioca un ruolo cruciale. In particolare, è importante inserire tanta frutta, verdura e cereali integrali nella dieta quotidiana. Così, peraltro, si aiuta l’organismo a prevenire non solo il declino del cervello, ma tante altre malattie. Ci sono però anche degli alimenti che fanno bene proprio alla nostra mente. Vediamo qualche esempio.

Alcuni cibi sono particolarmente consigliati per preservare la memoria. Potrebbero addirittura aiutare ad allontanare le malattie che colpiscono il cervello. Il merito è di sostanze dalle proprietà antinfiammatorie e neuroprotettive, come gli acidi grassi omega 3 e omega 6, contenuti per esempio nelle noci. Fra le sostanze amiche della mente ci sono poi gli antiossidanti, che possiamo trovare nei mirtilli, e i flavonoli, contenuti nel cacao. Infine, sarebbe benefica anche la curcumina, una molecola di cui è ricca la curcuma. Quest’ultima è una spezia che troviamo sotto forma di polverina color arancione intenso. Si tratta di un ingrediente molto comune nella cucina e nella medicina tradizionale indiana e cinese. Ma in Italia non siamo abituati ad usarla. Come facciamo, allora, per inserirla nella nostra dieta?

Cosa bere per proteggere cervello e memoria e combattere il caldo

La curcuma si può usare per preparare salse e primi piatti, oppure insaporire stufati di carne e di verdure. Insomma, tutte ricette che non ci viene proprio voglia di provare, con questo caldo infernale! Allora perché non sfruttare la curcuma per preparare, invece, una freschissima bevanda estiva? Abbiamo solo bisogno di questi ingredienti:

  • 1 litro d’acqua naturale (va bene anche quella del rubinetto);
  • 1 limone;
  • mezza arancia;
  • 2 cucchiaini di curcuma in polvere o curcuma fresca grattugiata;
  • miele (a piacere);
  • foglioline di menta o basilico per decorare.

Procedimento:

  1. spremere il limone e la mezza arancia per ricavarne il succo;
  2. far scaldare l’acqua in una pentola finché non raggiunge il bollore;
  3. trasferire in una brocca e aggiungere la spremuta di limone e arancia, la curcuma fresca o in polvere e uno o due cucchiaini di miele a piacere;
  4. mescolare bene tutti gli ingredienti;
  5. aspettare che la bevanda si raffreddi, poi riporre in frigorifero;
  6. servire la limonata fresca con cubetti di ghiaccio e qualche fogliolina di menta o basilico per decorare.

Ecco cosa bere in estate per proteggere cervello e capacità di ricordare! Possiamo servire questa bevanda anche ai bambini. Infatti per la prevenzione delle malattie cerebrali è importante cominciare a mangiare sano fin da giovani. Infine, bisogna sapere che la curcumina potrebbe anche aiutare a dormire meglio. La sera possiamo dunque preparare un’altra dolce bevanda a base di curcuma, il golden milk, che si dice possa conciliare il buon riposo.

Lettura consigliata 

In pochi lo comprano ma questo succo di frutta migliora subito la salute del cervello

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te