Contro ossa che scricchiolano e articolazioni rigide ecco una calda tisana rigenerante ottima in autunno

Quando l’età avanza è normale accusare qualche dolore articolare e una ridotta mobilità che impedisce movimenti fluidi del corpo. Sebbene si tratti di un fisiologico processo d’invecchiamento, uno stile di vita sano e attivo potrebbe migliorare mobilità articolare e salute in generale. Lo dimostrano alcuni studi scientifici che spiegano come rimanere giovani a 60 anni con un esercizio semplicissimo ma molto efficace. Ora che l’invero è ormai dietro l’angolo, è sicuramente piacevole donare sollievo al corpo con un pasto o una bevanda fumante. In natura, ad esempio, esistono alcune erbe che hanno delle particolari proprietà che possono dare giovamento al sistema scheletrico. Contro ossa che scricchiolano e articolazioni rigide ecco una calda tisana rigenerante ottima in autunno.

Quando i dolori articolari diventano invalidanti quali tutele INPS si possono ricevere?

I dolori alle ossa possono derivare da differenti cause. A volte si tratta di semplici acciacchi d’età e in altri casi invece di una vera e propria condizione patologica. Quando la condizione clinica è invalidante, il cittadino può possibile richiedere dei sussidi economici e sanitari se presenta i requisiti necessari. Come abbiamo precedentemente illustrato ai Lettori, l’INPS versa 287 euro mensili a chi ha problemi di artrite. È utile sapere che anche laddove non si abbia una invalidità minima del 74% per accedere all’assegno civile, l’INPS garantisce altre tutele anche con percentuali inferiori. In precedenza abbiamo ad esempio illustrato a cosa si ha diritto con il 33% di invalidità.

Contro ossa che scricchiolano e articolazioni rigide ecco una calda tisana rigenerante ottima in autunno

In natura è possibile trovare alcune piante che, per le loro caratteristiche, hanno degli effetti benefici sull’organismo. Un esempio riguarda l’equiseto, ossia l’Equisetum Arvense. Questa pianta, meglio nota come “coda di cavallo” o “coda cavallina” per la sua tipica forma dei fusti, è ricca di numerose sostanze tra cui i minerali. L’equiseto viene spesso utilizzato in erboristeria in quanto vanta diverse proprietà caratteristiche che possono favorire il buon funzionamento di organi e apparati.

Nota per il suo effetto diuretico, questa pianta ha anche delle proprietà rimineralizzanti utili a rinforzare apparato osteo-articolatorio, unghie e capelli. Uno dei modi per consumare l’equiseto è attraverso una tisana molto facile da preparare. Per una tazza d’acqua tutto quello che occorre è un cucchiaio di equiseto essiccato, facilmente reperibile in commercio. Versare in un pentolino acqua fredda ed equiseto e portare ad ebollizione. Spegnere il fuoco e lasciare in infusione per una decina di minuti. Filtrare la bevanda e gustare la tisana calda. Prima di assumere l’equiseto è sempre bene consultare il proprio medico o specialista della nutrizione per scongiurare possibili effetti indesiderati.

Approfondimento

Per depurare rapidamente il fegato grasso basta una tazza di questa bevanda naturale

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te