Come rimanere giovani a 60 anni con un esercizio semplicissimo ma molto efficace

Quando si raggiunge la terza età bisogna fare i conti con il proprio corpo che cambia ed alcune patologie che sopraggiungono. Al giorno d’oggi, tuttavia, la conoscenza scientifica offre la possibilità di individuare strategie utili a prevenire numerose malattie e rallentare l’invecchiamento precoce. Nella presente guida illustreremo come rimanere giovani a 60 anni con un esercizio semplicissimo ma molto efficace che riporta i risultati di una ricerca scientifica.

Come tenere a bada la glicemia alta?

Sono più di 3 milioni le persone che nel nostro Paese soffrono di diabete. Il numero aumenta se si includono anche tutti quei quadri subclinici che descrivono picchi glicemici o tendenza alla glicemia alta. Questi numeri così elevati dicono che la più parte delle persone che soffre di patologie diabete-correlate ha un’età superiore ai 60 anni. Le cure mediche hanno fatto passi da gigante per la prevenzione e la cura di tali condizioni patologiche. Tuttavia, anche il contributo che ciascun individuo dà al proprio benessere fisico e psichico è fondamentale. Proprio su questo piccolo ma grande aspetto si focalizza uno studio condotto da diversi ricercatori americani.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Come rimanere giovani a 60 anni con un esercizio semplicissimo ma molto efficace

Lo studio in questione ha preso in esame il seguente campione: adulti dai 60 anni in su con una obesità di classe I, ossia moderata, e con grasso corporeo principalmente distribuito nella regione del tronco. I partecipanti avevano valori glicemici a digiuno che rientravano nella media relativamente all’età e parametri di pressione sistolica a risposo e distolica nella norma.

Il protocollo di studio prevedeva l’inserimento di sessioni di camminata di cui: una camminata mattutina da 45 minuti a passo sostenuto ed una successiva ai pasti da 15 minuti. Dai risultati delle ricerca è emerso che: tanto la camminata del mattino, quanto quella postprandiale riportavano un netto miglioramento del controllo glicemico da parte dell’organismo durante le successive 24 ore dalla registrazione. Inoltre, i dati hanno confermato che la camminata dopo i pasti si mostrava ancora più efficace della camminata mattutina sostenuta per controllare la glicemia. I ricercatori hanno potuto dimostrare quanto risulti efficace alternare momenti di deambulazione intermittenti successivi ai pasti per tenere sotto controllo i livelli di glicemia. Questa potrebbe rivelarsi dunque una vera strategia su come rimanere giovani a 60 anni con un esercizio semplicissimo ma molto efficace.

Approfondimento

Camminare ogni giorno produce un ulteriore e straordinario effetto inaspettato secondo la scienza

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te