Contro l’anemia in gravidanza potremmo mangiare questi cibi ricchi di ferro

La gravidanza è un periodo che porta molte gioie, ma anche diverse problematiche. Nausea e scompensi ormonali sono tra i più comuni. Infatti, portare in grembo un bambino è un vero e proprio lavoro per il corpo, che può portarlo a stressarsi. Per questo è molto importante prendersi cura di malesseri che potrebbero apparire in questo momento.

Tra i problemi più comuni potremmo incontrare l’anemia. Questa problematica potrebbe non solo essere pericolosa per la mamma ma anche per il bambino.

Possibili cause e sintomi

L’anemia in gravidanza potrebbe avere diverse cause. Quella più comune potrebbe essere la carenza di ferro, tipica di questo periodo. Questo perché durante la gestazione, la necessità di questo elemento potrebbe aumentare esponenzialmente. In base alla gravità, l’alimentazione potrebbe non essere sufficiente e quindi richiedere oltre che all’apporto tramite il cibo, l’assunzione con degli integratori. Tra i sintomi più comuni dell’anemia potremmo trovare:

  • pallore;
  • tachicardia;
  • testa vuota;
  • debolezza;
  • mal di testa;
  • confusione.

In ogni caso un’alimentazione ricca di ferro potrebbe prevenire l’anemia in gravidanza e sarebbe importante mangiare i cibi giusti. Il primo è la carne, meglio se quella bianca, avrebbero abbastanza ferro. Scegliamo coscia e sovra-coscia, che conterrebbero una quantità maggiore dell’elemento. Anche se la carne rossa avrebbe più ferro, sarebbe meglio evitare, in quanto molto grassa.

Contro l’anemia in gravidanza potremmo mangiare questi cibi ricchi di ferro

Anche i legumi sarebbero ricchi di ferro, ma devono essere cucinati al vapore e mai mangiati senza cottura. Questo perché al loro interno conterrebbero dei componenti che rendono difficile l’assunzione del ferro. Unirli alla carne o al pesce potrebbe essere un ottimo metodo per combattere la carenza di ferro.

Non tutti sanno che anche le erbe aromatiche e le spezie potrebbero essere molto efficaci. Questo perché aiuterebbero l’assorbimento dell’elemento da parte del nostro corpo. Al contrario, non assumiamo tè o caffè vicino a pasti ricchi di ferro. Questo perché potrebbero rendere più difficile l’assorbimento.

La frutta secca, oltre ad avere tantissime caratteristiche positive, conterrebbe anche ferro e sali minerali. Tutti questi componenti aiuterebbero anche a controllare l’appetito e i livelli di colesterolo. In particolare, pistacchi, mandorle e noci sono quelli più ricchi.

Infine, anche i cereali sarebbero tra i migliori alleati nel combattere l’anemia in gravidanza. Il più efficace sarebbe il miglio, che non conterrebbe glutine e che sarebbe anche ricco di zinco e acido folico. Dopo il miglio troviamo l’avena, che regolerebbe anche il livello di zucchero nel sangue. Entrambi questi cereali sono molto utili nell’assunzione giornaliera di ferro.

Dunque, contro l’anemia in gravidanza potremmo mangiare questi alimenti ricchi di ferro, che ci aiuterebbero a prevenirla e alleviarla.

Lettura consigliata

4 libri da leggere in gravidanza per capire meglio i bambini, adatti sia a future mamme che papà

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te