Contributi individuali fino a 250.000 euro a fondo perduto dallo Stato per aiutare le donne nel mondo del lavoro

La pandemia ha distrutto centinaia di migliaia di posti di lavoro. Lo Stato per incrementare il livello di occupazione si muove su due fronti. Un fronte vede il Governo impegnato ad incentivare la ricerca di un nuovo posto di lavoro. Sull’altro fronte lo Stato prevede iniziative volte a favorire la creazione di nuovi posti di lavoro. Il MISE ed una Regione stanno facendo partire due iniziative molto interessanti per aiutare le donne a trovare o a creare nuova occupazione.

Le iniziative del Governo e delle amministrazioni locali a favore di lavoratori, imprenditori e liberi professionisti, si stanno moltiplicando. Sono numerosi i contributi a sostegno del reddito ma anche a favore di attività imprenditoriali che creino nuova occupazione. Una Regione per esempio ha messo a disposizione fino a 10.500 euro a fondo perduto per liberi professionisti e piccole aziende che svolgono una specifica attività sul territorio. Questo Bonus, finalizzato alla creazione di iniziative ed eventi, può essere richiesto fino al 31 ottobre 2022.

Prestiti 2022

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2022

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

Contributi individuali fino a 250.000 euro a fondo perduto dallo Stato per aiutare le donne nel mondo del lavoro

Da pochi giorni la Regione Sicilia ha fatto ripartire un bando a sostegno dell’occupazione femminile. L’amministrazione regionale a fine 2019 aveva previsto un progetto che doveva finanziare una serie di corsi per il mondo femminile. Questi corsi finanziati, dovevano favorire l’inserimento delle donne nel mondo del lavoro o aiutarle nell’avvio di un’impresa. Il bando era stato sospeso a marzo del 2020 causa Covid ma ad inizio maggio è stato riattivato. Quindi a breve partiranno dei corsi di formazione per il mondo femminile a titolo gratuito. A questi corsi potranno partecipare solamente donne residenti o domiciliate sul territorio regionale da almeno sei mesi con un’età tra 16 e 56 anni. Le caratteristiche della formazione e la data di avvio saranno pubblicate sul sito della Regione alla pagina web dedicata.

Altrettanto interessante è il bando del Ministero dello sviluppo economico (MISE) chiamato Fondo impresa femminile e dedicato alle donne. Questi finanziamenti, anche a fondo perduto, sono destinati a progetti di avvio di nuove imprese femminili o già costituite da meno di sei mesi. Inoltre il bando contempla finanziamenti per progetti di sviluppo di imprese costituite da più di 6 mesi.

Quando fare domanda e dove trovare le informazioni

Già è possibile fare domanda di finanziamento per progetti di avvio di nuove imprese femminili o per quelle attive da meno di 6 mesi. Mentre per le imprese già costituite da più di 6 mesi la domanda può essere inoltrata a partire dal 24 maggio.
I fondi messi a disposizione dal MISE sono di 200 milioni, in parte sotto forma di finanziamento e in parte a fondo perduto. Sono previsti contributi individuali fino a 250.000 euro. Obiettivo del sostegno è finanziare l’avvio o lo sviluppo di imprese femminili nell’arco di 24 mesi. Sul sito del Ministero dello sviluppo economico alla pagina dedicata è possibile trovare tutte le informazioni su questo fondo.

Anche la Regione Lazio si sta muovendo a sostegno di lavoratori, professionisti e imprese che operano sul proprio territorio. Di recente la Regione ha messo a disposizione un bonus fino a 600 euro per una specifica categoria di lavoratori. Coloro che hanno diritto a questo contributo per ottenerlo devono semplicemente presentare una domanda.

Approfondimento

Bonus di 3.500 euro anche senza ISEE per i disoccupati di questa Regione e richiedibile fino a maggio

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te