È forse il prodotto più conosciuto per mantenersi giovani e per combattere l’invecchiamento della pelle ma potrebbero essere soldi buttati 

Moltissime persone desiderano avere una pelle sempre bella e giovane. Per questo sul mercato si moltiplicano i prodotti che promettono di raggiungere il risultato sperato. Purtroppo però in molti casi la speranza viene delusa perché l’effetto è scarso se non nullo. Come nel caso di uno dei prodotti probabilmente più pubblicizzati contro l’invecchiamento della pelle ma che la scienza ci dice avere scarsa efficacia.

La bellezza del corpo passa anche attraverso la bellezza della pelle. Basta osservare la miriade di prodotti che il mercato offre non solo per la sua cura ma per mantenerla sempre giovane e bella. Quando arriva l’estate coloro che tengono alla propria bellezza si dedicano inevitabilmente al bagno solare. Una pelle abbronzata non solo è sinonimo di salute ma anche di bellezza. Questo è uno dei motivi dei successi dei centri abbronzatura che mantengono la pelle ambrata anche d’inverno.

Alcuni alimenti sono molto indicati per mantenere la pelle bella, luminosa, elastica. Questi cibi sono molto indicati perché contengono antiossidanti, omega-3, carotenoidi, ma anche alcune vitamine che aiuterebbero il mantenimento della pelle bella e giovane.

Un altro prodotto negli ultimi tempi sta avendo un grandissimo successo grazie ai suoi decantati benefici per la pelle. Si tratta dell’acido ialuronico, che aiuterebbe a mantenere la pelle giovane e bella. Ma è veramente così?

È forse il prodotto più conosciuto per mantenersi giovani e per combattere l’invecchiamento della pelle ma potrebbero essere soldi buttati

Che cos’è esattamente l’acido ialuronico? Questa sostanza è presente naturalmente nel nostro organismo e si concentra soprattutto nelle articolazioni e nella zona degli occhi. Può essere prodotto in laboratorio e può essere anche estratto dalla cresta di un gallo. Questa molecola ha principalmente il compito di lubrificare le articolazioni e le altre strutture. Ecco perché a volte può essere utilizzata per il trattamento di problemi alle articolazioni come in caso di artrite reumatoide.

L’acido ialuronico è forse il prodotto più conosciuto per trattamenti di natura estetica. Questa sostanza nella medicina estetica viene utilizzata come filler in particolare alle labbra. Ma c’è anche chi assume l’acido ialuronico per via orale per ritardare l’invecchiamento.

In realtà la scienza ci dice che non ci sono delle prove scientifiche che attestino i benefici derivanti dall’assunzione orale dell’acido ialuronico. Secondo l’Autorità europea per la sicurezza alimentare, non è dimostrato scientificamente che l’acido ialuronico assunto per via orale mantenga la pelle giovane. Inoltre non ci sono prove scientifiche che questo mantenga la pelle idratata e in salute. Quindi secondo l’EFSA l’assunzione per via orale dell’acido ialuronico non apporterebbe nessun beneficio dimostrato contro l’invecchiamento della pelle.

I rischi di tumore

La pelle è un organo delicato. Purtroppo la maggior parte delle persone vi pongono attenzione solo in funzione estetica e più raramente da un punto di vista clinico. Infatti anche la pelle è soggetta a tumore. Tra i vari tipi di tumore, c’è il melanoma della pelle. Molte delle persone che si ammalano di questo tumore, inizialmente tendono a trascurare i suoi sintomi. La forma più aggressiva è la cosiddetta nodulare mentre la lentigo maligna è più diffusa in soggetti in età avanzata.

Lettura consigliata

Non lavarsi per un anno può portare a un incredibile ed inimmaginabile risultato

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini dei nostri lettori nell'utilizzo degli strumenti, degli ingredienti e dei prodotti per la cura della persona. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con gli strumenti, ingredienti e prodotti normalmente utilizzati per la cura della persona e il make up. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te