Con un fascino intramontabile e l’aspetto grazioso le orchidee sono davvero eccezionali ma per farle durare di più ecco cosa bisogna sapere

Simbolo di positività, raffinatezza, eleganza ma anche di bellezza e amore, le orchidee sono davvero apprezzatissime. Scelte spesso come un delicato regalo da donare alle persone che si amano, queste piante racchiudono un mix perfetto di colori e forme.

Adatte per decorare soprattutto gli ambienti interni di casa. Per gli esterni, invece, ci pensano gerani e ortensie che soprattutto in questo periodo di primavera donano lucentezza e colore a balconi, giardini e terrazzi.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina Fit, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Per gli amanti di queste 2 piante molto comuni si consiglia la lettura di:
a) “Per ravvivare i gerani ed averli splendenti, forti e coloratissimi stanno spopolando questi 2 trucchetti naturali, facili e veloci”.

b) “Per ortensie e gerani sempre in salute, belli e brillanti mai sottovalutare questa banalissima azione che in molti sbagliano inconsapevolmente”.

Con un fascino intramontabile e l’aspetto grazioso le orchidee sono davvero eccezionali ma per farle durare di più ecco cosa bisogna sapere

In questo spazio la Redazione vuole puntare i riflettori su un’azione che chi possiede delle piante compie spesso. Stiamo parlando dell’annaffiatura dei vegetali di casa. L’acqua è fondamentale per le nostri vegetali. Tuttavia, annaffiare le orchidee in modo corretto non è così scontato. Infatti, per far vivere più a lungo le orchidee bisogna tener conto di diversi aspetti. Tra questi, l’acqua è la principale.

D’altronde, con un fascino intramontabile e l’aspetto grazioso le orchidee sono davvero eccezionali ma per farle durare di più ecco cosa bisogna sapere.

Come annaffiarle per creare un microclima ideale

Osservare la pianta è il primo vero passo per allungarle la vita. Sembra scontato eppure sono molte le persone che annaffiano le orchidee una volta al giorno senza neanche capire se abbia o meno bisogno di acqua in quel momento.

Per creare un microclima adatto e ideale per le orchidee gli esperti consigliano di effettuare delle nebulizzazioni di acqua, almeno due volte al giorno e solo sulle foglie e attorno alla pianta.

Il sottovaso dovrebbe contenere ghiaia oppure argilla espansa mischiata ad un po’ di acqua. In questo modo si evitano ristagni d’acqua pericolosi per la salute della pianta.

Una delle tecniche più efficaci per annaffiare le orchidee e farle durare più a lungo è quella dell’immersione.
Questa tecnica consiste nel prendere il vaso e immergere la pianta in un recipiente con acqua a temperatura ambiente, meglio se piovana. Attendere qualche minuto, poi scuoterla leggermente per far cadere l’acqua in eccesso ed infine riporla al suo posto.

L’operazione, da ripetere ogni 15 giorni, richiede qualche minuto ma ne varrà la pena. La pianta sarà sempre ben idratata e pronta a regalare delle bellissime soddisfazioni.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te