Con queste semplici istruzioni impareremo a piantare e raccogliere le nostre patate, sia sul balcone che in giardino

Le patate sono tuberi che possono essere coltivati agevolmente sia sul proprio balcone/terrazzo, sia nel proprio giardino, ma bisogna seguire alcune accortezze e alcune istruzioni che vedremo in questo articolo.

Quando si tratta di scegliere la posizione giusta per il proprio appezzamento di patate, ci sono solo pochi consigli giusti da seguire.

Vediamo dove piantarle, come piantarle, se hanno bisogno di luce o meno e quale terriccio usare.

Pochi sanno che piantare le patate accanto ad altri tipi di piante, potrebbe rovinare il raccolto.

Con queste semplici istruzioni impareremo a piantare e raccogliere le nostre patate, sia sul balcone che in giardino

Con queste semplici istruzioni impareremo a piantare le patate.

Queste piante hanno bisogno della luce del giorno, quindi dovrebbero essere piantate all’aperto, che sia balcone, terrazzo o giardino.

Hanno bisogno di un letto, di una fioriera alta o di un vaso di fiori di circa 30 cm x 30 cm. Il fondo della fioriera o del vaso dovrebbe avere dei fori per evitare ristagni d’acqua.

Non tutti i terricci sono ideali per piantare patate. Per una migliore coltura bisognerebbe utilizzare terriccio di alta qualità, proveniente da fonti sostenibili e privo di torba.

Se non si ha un balcone o un giardino e nella nostra città è legale farlo, si possono piantare le patate anche negli spazi verdi di quartiere, usando metodi di giardinaggio urbano.

Piantare patate, i vari passaggi

Abbiamo molte opzioni quando si tratta di scegliere le patate. Si possono scegliere patate viola, patate rosse, patate blu. Possiamo anche usare le patate acquistate al supermercato per piantare i tuberi nel nostro giardino.

Tuttavia, in particolare le varietà di patate da coltivazione convenzionali, sono spesso trattate con inibitori dei germi o sono più suscettibili alle malattie perché sono allevate per crescere con coadiuvanti chimici.

Che si voglia piantare le patate in un vaso di fiori o in un giardino, i seguenti passaggi sono super importanti.

I passaggi

La pre-germinazione delle patate è importante. Dall’inizio di marzo, bisogna lasciarle alla luce fino a quando non iniziano a germogliare e avvizziscono. Si possono piantare nel terreno circa sei settimane dopo, assicurandoci che le notti siano al riparo dal gelo.

Altrettanto importante è la semina: per prima cosa bisogna allentare il terriccio e rimuovere le erbacce e le radici. Poi bisogna scavare e seminare le patate germogliate a una profondità di circa due pollici e coprire con altro terriccio.

Non appena si sono formate le prime piantine di dieci centimetri, dovremmo coprirle ancora e ancora con il terriccio in modo che solo la parte superiore resti esposta. In questo modo la pianta crescerà sempre più in alto e le patate in crescita prospereranno meglio.

A seconda della varietà, le piante iniziano ad appassire non prima di tre mesi. Circa due settimane dopo che le piante sono appassite, si potranno raccogliere le prime patate. Possiamo semplicemente cercare la terra sotto i resti delle piante con le mani o con uno scavo.

Se le patate devono essere conservate per un periodo di tempo maggiore, è meglio lasciarle nel terreno un po’ più a lungo. Questo darà loro un guscio più robusto che le proteggerà meglio dalla putrefazione.

Per prevenire le malattie, le patate dovrebbero essere piantate nello stesso punto solo ogni quattro anni.

Lettura consigliata

Questi sformati di patate sono irresistibili e renderanno felici la nostra famiglia e i nostri ospiti

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te