Con questa verdura buonissima e di stagione diremo addio alla carenza di vitamine A B e C

Vitamine e minerali sono alcune delle sostanze essenziali per star bene e che si trovano, in generale, in determinati alimenti. Eventuali carenze di una o più di queste sostanze possono causare problemi molto seri, come stanchezza, confusione e ossa deboli.

Infatti, è fondamentale integrare queste sostanze nella dieta. Continuando a leggere, vedremo qual è la verdura perfetta per fare scorta di vitamina A, B e C.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina Fit, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Con questa verdura buonissima e di stagione diremo addio alla carenza di vitamine A B e C

Per far scorta di vitamina A, B e C la verdura ideale è l’indivia, un ortaggio a foglia originario dell’area Mediterranea. L’indivia è un tipo di insalata amara di color bianco, tendente al verde e ne esistono diverse varietà. Tra queste, le più diffuse sono la scarola, l’indivia belga e l’indivia riccia.

Dal punto di vista nutrizionale, l’indivia è un ortaggio con pochissimi grassi, proteine e carboidrati, ricca di acqua, fibre sali minerali e vitamine. Tra queste, le vitamine di cui l’indivia è maggiormente ricca sono la A, la B e la C. Per questo l’indivia è la fonte perfetta per integrare queste vitamine nella dieta e per essere sempre forti ed in salute. Inoltre, ha pochissime calorie e per questo si adatta molto bene alle diete ipocaloriche. Infine, dato che l’indivia contiene elevate quantità di acqua e fibre, è un ottimo diuretico e un grande alleato per l’intestino.

Quando coltivare l’indivia

Con questa verdura buonissima e di stagione diremo addio alla carenza di vitamine A, B, C. Inoltre, è proprio questo il momento migliore per piantare l’indivia nell’orto per poterne avere sempre a disposizione. Infatti, l’indivia si coltiva a partire da fine luglio e per tutta la stagione autunnale. Resistente al freddo, quest’ortaggio viene in genere seminato a fine luglio e si raccoglie direttamente in autunno. Per la semina, si consiglia di partire dal semenzaio, per poi trapiantare le piantine nell’orto. Il terreno deve essere opportunamente concimato, in modo da sostenere la crescita delle piantine che poi si devono trapiantare a circa 30 cm l’una dall’altra.

Dopodiché, l’indivia non avrà bisogno di particolari attenzioni o trattamenti e crescerà forte e rigogliosa fino al momento della raccolta. L’importante è di irrigare spesso il terreno, per mantenerlo  umido, ma senza abbondare per evitare ristagni. Per cui, l’indivia è la scelta ideale per avere un orto ricco fino ad autunno inoltrato e per fare il pieno di vitamina A, B e C.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te