Come sgrassare e pulire perfettamente il piano cottura in gres porcellanato o acciaio con questo rimedio naturale e non c’entra il nulla bicarbonato

fuochi

Mangiare a pranzo o a cena fuori piace a tutti. Essere invitati da qualcuno in occasioni delle festività, anche. Forse, uno dei motivi principali, è che non ci si dovrà occupare di pulire la cucina al termine del pasto. Potrebbe essere una visione un po’ cinica, ma per molti non lo è.

Lavare i piatti, al di là della lavastoviglie, non è esercizio particolarmente gradito ai più. Forse se si eccettua, come abbiamo visto qualche tempo fa, la Regina Elisabetta, che ha fatto di questa pratica una passione.

È il piano cottura a essere particolarmente sollecitato quando abbiamo gente a cena. Spesso si usano tutti i fuochi a disposizione. Si utilizzano padelle, pentole e tegami per qualsiasi cosa, pur di preparare un pasto degno dei nostri ospiti. O forse per non sfigurare di fronte ai più critici. Tutto questo, però, ha inevitabili conseguenze sui nostri fornelli e non solo.

A volte, soprattutto se si termina la sera tardi, non si ha la voglia di rimettere tutto in ordine e si lascia lo sporco. Convinti poi di rimuoverlo facilmente il giorno dopo. Salvo, poi, accorgersi che è molto più complicato andarlo a pulire bene.

Sappiamo bene che in cucina bicarbonato, aceto e limone, come rimedi naturali, vanno per la maggiore. Chi non ama i detersivi commerciali, può produrli da sé, sfruttando questi economici ingredienti.

Indice dei contenuti

Come sgrassare e pulire perfettamente il piano cottura in gres porcellanato o acciaio con questo rimedio naturale e non c’entra il nulla bicarbonato

Oggi ne andremo a proporre un altro, ideale sia per il gres porcellanato che per l’acciaio. Sfrutteremo aceto e limone, ma lo faremo in maniera diversa dal consueto.

In pochissimi minuti, otterremo uno sgrassatore efficace che potremo andare a spruzzare subito dopo il pasto, farlo agire per qualche minuto e rimuoverlo senza difficoltà.

Per fare questo, possiamo avvalerci delle bucce degli agrumi. Siano essi mandarini o arance, così come il pompelmo. Dopo averli consumati, invece di gettare nell’umido le bucce, teniamole e utilizziamole in questo semplice modo.

Mettiamole in un barattolo o in un contenitore e andiamo a ricoprirle con dell’aceto bianco. Chiudiamo con un coperchio ermetico. Lasciamo macerare il tutto per almeno una decina di giorni. Il potere disinfettante delle bucce si unirà a quello igienizzante dell’aceto. Trascorso il tempo indicato, filtreremo la soluzione ottenuta, che sarà pronta da utilizzare. Allungandola con un po’ d’acqua, potremo versarla in uno spruzzino e usarla su diversi tipi di superficie. Non su marmo e legno, però.

Ecco come sgrassare e pulire perfettamente il piano cottura, con una soluzione economica e rapida, fatta con aceto bianco e bucce di agrumi, in particolare di mandarino. I risultati saranno straordinari e, forse, ci convinceranno a pulire più in fretta i fornelli. Questo, per evitare che i residui rimangano a lungo e siano più complicati da rimuovere.

Approfondimento

Se bicarbonato limone e aceto non bastano, ecco come scegliere lo sgrassatore giusto per forno, pavimenti e piano cottura

Consigliati per te