Come acquistare l’auto dei sogni in asta giudiziaria a prezzi da saldo ma attenzione ai 4 errori da non commettere

Le aste di veicoli possono essere un’ottima soluzione per acquistare l’auto dei nostri sogni ad un prezzo incredibile. Non è raro che in queste vendite vengano offerte auto splendide a prezzi veramente contenuti. Tuttavia le aste delle auto possono nascondere molti trabocchetti che potrebbero rendere molto onerosa la compravendita. Un privato che non è esperto di vendite di auto all’asta potrebbe cascare in 4 errori abituali. Basta conoscerli ed applicare delle contromisure per riuscire a fare degli affari d’oro.

Queste forme di vendita hanno un crescente popolarità, in particolare per quanto riguarda le aste di immobili e di autoveicoli. Per esempio, la Regione Lombardia ha messo all’asta due auto appartenute all’ex governatore Roberto Formigoni. Queste due auto sono una BMW che costò ben 270.000 euro e una Lexus blindata. La Regione ha messo in vendita in asta questi 2 veicoli ad un prezzo veramente incredibile.

Prestiti 2022

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2022

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

Come acquistare l’auto dei sogni in asta giudiziaria a prezzi da saldo ma attenzione ai 4 errori da non commettere

Partecipare ad un’asta di auto potrebbe rivelarsi un grande affare. Ma se si cade in alcuni errori il buon affare potrebbe trasformarsi in un pessimo affare. La persona non esperta abitualmente cade nei soliti 4 pericolosi errori. Il primo è partecipare a un’asta senza conoscere bene il regolamento. Chi partecipa a queste vendite deve conoscere bene i regolamenti che non sono uguali per tutte le aste. È importantissimo conoscere bene le regole di ogni asta, in particolare i termini della vendita e del pagamento.

Il secondo errore è pensare che il prezzo di aggiudicazione dell’auto sarà quello finale. Quando si acquista un veicolo in un’asta ci sono dei costi fissi che vanno aggiunti, come per esempio l’IVA e gli oneri da assistenza. Inoltre è possibile che si richieda un deposito cauzionale per fare delle offerte. Infine occorre anche tenere in considerazione gli oneri dell’immatricolazione e la messa strada. Quindi prima di fare un’offerta valutiamo tutte le spese fisse per capire se il prezzo finale totale è conveniente.

Facciamo attenzione a ciò che si compra. Occorre saper valutare con attenzione lo stato di usura dell’auto per capire il giusto valore. Questo ci permetterà di stabilire un’offerta equa. Per verificare le condizioni dell’auto, se è ben tenuta, se è incidentata, ecc. ci si può basare solo sulle foto e sulla descrizione dell’oggetto. Eventualmente è possibile anche vedere l’auto di persona prendendo l’appuntamento con il custode. Purtroppo in genere non è possibile sapere se ci sono guasti non visibili.

Attenzione al rischio di diventare un debitore

Infine il quarto errore da non commettere è la sottovalutazione dei possibili ulteriori gravami sul veicolo. In genere un’auto va all’asta per il recupero di un debito pendente. A quest’asta non può partecipare per legge il debitore.
Prima di fare un’offerta conviene analizzare bene lo stato del veicolo e accertarsi che non ci siano altri oneri aggiuntivi. Questo per evitare che con l’acquisto dell’auto si entri in possesso anche dei debiti pregressi diventando a nostra volta debitori. Ma come acquistare l’auto dei sogni all’asta evitando questo rischio? Per aggirare questo inconveniente occorre leggere con attenzione la scheda dell’auto in vendita in cui questi dettagli vengono specificati.

Approfondimento

Pochissimi conoscono questa pratica che offre l’occasione di acquistare un’auto praticamente nuova con sconti fino al 30%

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te