Coltivare in casa piante profumate sempreverdi, da esterno e vaso

Quello delle piante da giardino è un argomento vastissimo. Ci sono quelle ornamentali, le quattro stagioni, quelle semplici e quelle più complesse da coltivare. Avere un giardino profumatissimo o un balcone sempre odoroso in ogni momento dell’anno è un sogno che hanno in tanti. Le piante profumate sono tantissime e a volte potrebbe capitare di perdersi tra le tante varietà disponibili.

Ecco perché nell’articolo si proverà a fornire una piccola è utile guida. In primis, la cosa importante da sapere per imparare come coltivare in casa piante profumate è imparare a progettare. Lo spazio che si dedica alla coltivazione deve essere bene organizzato in ogni periodo dell’anno. L’aspetto principale è però imparare a gestire i cicli di fioritura, per avere sempre una pianta viva e attiva in qualunque mese dell’anno.

Casa sempre profumatissima e colorata

Nei diversi mesi dell’anno ci sono varie soluzioni da poter scegliere. In inverno, ad esempio il calicanto con i suoi fiori color giallo zolfo regala un dolce profumo di miele. Anche la sarcococca è una pianta profumata, stavolta dai fiori bianchi. Attenzione perché non è adatta per le siepi. Chi ama il profumo del gelsomino potrà trovare un degno sostituto nel fior di stecco: ha dei fiori rosa raggruppati in mazzetti e l’odore ricorda proprio quello del gelsomino.

La stagione primaverile è più facile: tra le piante profumate migliori da scegliere c’è di sicuro l’arancio trifogliato, che regala un dolce profumo di zagara. Impossibile non citare la magnolia stellata, che dal Giappone porta il suo profumo dolce. Infine, la primavera è il regno della rosa: non c’è fiore migliore da scegliere per profumare il proprio giardino.

Coltivare in casa piante profumate sempreverdi, da esterno e vaso

L’estate impreziosisce giardini e balconi con le fioriture di lavanda. Il suo profumo è inconfondibile con i suoi stupendi fiori viola. Meno conosciuto è il caprifoglio, un rampicante i cui fiori gialli e rosa emettono un profumo intenso. Un’altra pianta che arriva dal Giappone è il clerodendro, che ha delle caratteristiche infiorescenze bianche con piccoli grappoli di calici rosa. Molto bello anche come pianta ornamentale, in quanto da esso nascono anche delle colorate bacche viola e turchese.

In autunno, infine, l’erica e la camelia la fanno da padrone. Il primo è un arbusto con caratteristici fiori rosa chiaro, il cui profumo ricorda quello del giacinto. Si tratta di una pianta robusta, abituata anche a climi più freddi. La camelia è un po’ il ‘fiore delle streghe’ e col suo bel colore rosso sangue impreziosisce i giardini fino a gennaio. Chi vuole scegliere questo tipo di soluzioni deve stare attento a non mescolare le fragranze, in modo da evitare che queste si sovrappongano e che ne risulti un cattivo odore. Perciò bisogna stare attenti ai periodi di fioritura. Per ottenere invece delle siepi sempreverdi che profumino tutto l’anno, si può scegliere il Pitosforo o la lentiggine. Possono crescere anche come arbusti separati.

Lettura consigliata

Questa pianta facile da trovare in giardino è velenosa per uomini e cani

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te