Circa 1.500 euro netti mensili più trattamento accessorio e tredicesima con questo concorso per tutte le classi di laurea

Dal Nord al Sud, Regioni e Comuni stanno pubblicando diversi bandi di concorso riservati a diplomati e laureati. Proprio recentemente, abbiamo parlato della selezione presso il Comune di Palermo per 60 funzionari di categoria D a tempo determinato.

La prova unica si svolgerà verso la fine del mese di giugno e consisterà in un quiz a risposta multipla da concludere entro 60 minuti.

Oggi, invece, ci occuperemo di un altro concorso per categoria D, ma presso una Regione del Nord Italia. Ci riferiamo alla procedura selettiva per 30 specialisti dell’area economico organizzativa per la Regione Lombardia, a tempo pieno e indeterminato.

La selezione intende dare esecuzione all’Accordo stipulato tra la Regione e l’Associazione Anci Lombardia, volto a migliorare il reclutamento nelle amministrazioni locali lombarde.

Gli aspiranti concorrenti dovranno candidarsi in via telematica entro il prossimo 20 giugno alle ore 12.00. Come abbiamo visto per altri concorsi, sarà necessario accedere al portale online attraverso le proprie credenziali SPID, CIE o inserendo il PIN della tessera CNS.

Inoltre, si richiede il pagamento del contributo di 10 euro, la cui ricevuta andrà allegata alla domanda di partecipazione, insieme al proprio CV.

Andiamo ora ai requisiti, alle sedi di lavoro ed al trattamento economico.

Circa 1.500 euro netti mensili più trattamento accessorio e tredicesima con questo concorso per tutte le classi di laurea

Partiamo dai requisiti generali, gli stessi validi per quasi tutti i concorsi pubblici e senza alcuna limitazione anagrafica, tranne per la maggiore età.

Passando a quelli specifici, il titolo di studio richiesto è il diploma di laurea triennale, indifferentemente dall’indirizzo specifico. Difatti, il bando si limita a parlare di laurea triennale, specialistica o magistrale, senza specificarne la classe.

Sedi e retribuzione

Le sedi di lavoro si suddividono in due parti, di cui 15 presso i Comuni che aderiscono all’Accordo e 15 presso la Giunta regionale. Quest’ultima ha sede nel capoluogo milanese.

Il trattamento economico corrisponde a quanto previsto dal CCNL Funzioni locali per la Categoria D1. Nel dettaglio, lo stipendio ammonta a circa 1.500 euro netti mensili più il relativo trattamento accessorio e la tredicesima mensilità.

Modalità d’esame

Per quanto riguarda le prove d’esame, si procederà con una prima prova scritta a risposta multipla o breve ed un successivo colloquio orale.

La prima prova potrà svolgersi a distanza in modalità telematica, nelle date e sedi che saranno indicate con separato provvedimento a partire dal 24 giugno.

Accederanno al colloquio orale i candidati che otterranno nell’esame scritto un punteggio non inferiore a 21/30esimi. Anche il colloquio potrà svolgersi a distanza, in videoconferenza, e con modalità che ne garantiscano la piena pubblicità.

Per ulteriori informazioni, si rinvia al bando di concorso pubblicato sul sito della Regione Lombardia.

Approfondimento

Si svolge da casa ed è aperto ai diplomati questo concorso per 50 istruttori nella città più affascinante e misteriosa d’Italia

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te