Chi ha il diabete può mangiare 14 frutti deliziosi a basso indice glicemico

Mangiare frutta aiuta a soddisfare la fame e apporta i giusti valori nutrizionali giornalieri. Tuttavia, la maggior parte dei frutti contiene zucchero, e non sempre adatti alle persone che soffrono di diabete.

Il diabete è una condizione cronica e richiede un’alimentazione adeguata e sempre sotto controllo. Ma la frutta fa male ai diabetici? Chi ha il diabete può mangiare 14 frutti deliziosi a basso indice glicemico.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Ad esempio, fragole e mirtilli dai mille segreti permettono di ridurre glicemia e pressione alta.

Ma l’elenco è ampio, iniziamo con i frutti a basso indice glicemico e quelli con indice medio. Poi, analizziamo quali frutti conviene mangiare considerando anche il carico glicemico.

Chi ha il diabete può mangiare 14 frutti deliziosi a basso indice glicemico

Ecco l’elenco, riportato dal Dipartimento dell’Agricoltura (USDA), di 14 frutti con un indice glicemico inferiore a 55 e un carico glicemico inferiore a 10:

1) mele;

2) avocado;

3) frutti di bosco;

4) ciliegie;

5) banane;

6) pompelmo;

7) kiwi;

8) arancia;

9) pere;

10) pesche;

11) prugne;

12) fragole;

13) uva;

14) nettarine.

Sulle ciliegie si ravvisano molte idee contraddittorie, ma questo studio chiarisce definitivamente che chi ha il diabete può mangiare le gustose e seducenti ciliegie.

Invece, i frutti con un indice glicemico considerato medio (da 56 a 69) e un carico glicemico sempre inferiore a 10, sono:

a) fichi;

b) melone verde;

c) ananas;

d) papaia.

I frutti da evitare sono quelli con un indice glicemico superiore a 70 e un carico glicemico maggiore di 20. Le persone affette da diabete possono mangiare la frutta a basso indice glicemico.

Uno studio condotto dall’American Diabetes Association (ADA) pubblicato sul British Medical Journal, ha rilevato che un maggior uso di frutta è associato ad un minor rischio di diabete di tipo 2.

Invece, la preparazione della frutta può influire negativamente sulla glicemia. Infatti, la frutta fresca è migliore di quella lavorata e trasformata in frutta secca o succhi di frutta.

Le persone con patologie diabetiche dovrebbero fare attenzione ai cibi lavorati, il loro uso può peggiorare la patologia.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te