Chi è allergico al polline deve assolutamente conoscere questi segreti quotidiani che possono dare incredibile sollievo

Per chi soffre di allergie ai pollini questo è davvero il periodo peggiore. Con lo sbocciare della primavera la concentrazione di queste sostanze nell’aria aumenta a dismisura. Fanno capolino tossi, raffreddori e lacrimazioni ininterrotte che possono davvero compromettere la qualità della vita quotidiana. Oltre alle cure specifiche ed agli antistaminici prescritti dagli specialisti, una corretta alimentazione può dare un utile supporto. Ebbene chi è allergico al polline deve assolutamente conoscere questi segreti quotidiani che possono dare incredibile sollievo.

Le reazioni crociate

Non tutti sanno che alcuni alimenti acuiscono le reazioni allergiche. Accade infatti che il nostro sistema immunitario scambi alcune proteine contenute nella frutta e verdura per pollini. Questa reazione comporta un aumento dei sintomi. Comunemente si dice che si scatena una reazione crociata. A seconda del tipo di alimento si stimola una determinata risposta. Ad esempio può accadere che i sintomi si acuiscano mangiando zucchine e banane se si è allergici all’ambrosia. Chi invece è sensibile alle graminacee sarebbe meglio evitasse di cibarsi di avena, orzo, mais, peperoni, noci.

Una soluzione

Una valida alternativa consiste nel cuocere o inscatolare questi alimenti.  Quindi frutta e verdura si possono continuare a gustare purché non vengano consumate crude.

Istamine

Alcuni alimenti contengono o possono indurre il corpo a produrre l’istamina. Questa è una molecola che l’organismo rilascia per contrastare le allergie. Solitamente causa i classici sintomi dell’allergia come starnuti e lacrimazione. Dunque è consigliabile limitare l’assunzione di questi cibi.  Ricchi di questa molecola sono ad esempio i pesci affumicati e le carni lavorate. Pochi sanno che anche alcune bevande alcoliche promuovono la produzione di istamina. In particolar modo alcuni vini rossi e la birra.

Il muco

Infine ricordiamo che dei cibi possono addensare il muco. Quando questo si addensa gli allergeni rimangono invischiati e si eliminano con maggiore difficoltà. Ad esempio, secondo gli esperti gli alimenti che contengono i latticini contribuiscono ad addensare il muco.

È importante sottolineare che le reazioni allergiche sono estremamente soggettive. Dunque non c’è certezza che questi alimenti causino reazioni allergiche. Avere contezza degli gli alimenti e delle loro possibili reazioni è molto utile, ma è bene sempre seguire le indicazioni dei medici.

Dunque chi è allergico al polline deve assolutamente conoscere questi segreti quotidiani che possono dare incredibile sollievo.

Approfondimento

Mai più punture di zanzare con questa soluzione incredibilmente efficace che si può utilizzare anche con i bambini senza alcun rischio

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te