Cervello scattante e memoria attivissima grazie a questa bevanda facilissima da preparare che potrebbe davvero aiutare i nostri neuroni

Negli ultimi anni la scienza che studia il funzionamento del cervello ha raggiunto una conclusione importante. Il cervello può essere “nutrito” e possiamo metterlo al riparo dall’invecchiamento e dalle malattie con l’aiuto di alcuni alimenti. Ad esempio, qualche giorno fa abbiamo scoperto i benefici della dieta MIND, un regime alimentare che potrebbe proteggere le nostre preziose cellule cerebrali. E per nostra fortuna esistono anche alcune bevande in grado di darci una grossa mano. Ad esempio, potremmo avere un cervello scattante e memoria attivissima grazie a questa bevanda facilissima da preparare che potrebbe davvero aiutare i nostri neuroni. Ovviamente non parleremo di un rimedio miracoloso o in grado di sostituire i farmaci. Gli ingredienti, però, sarebbero in grado di stimolare l’attività del cervello, come hanno dimostrato molte ricerche scientifiche.

Cervello scattante e memoria attivissima grazie a questa bevanda facilissima da preparare che potrebbe davvero aiutare i nostri neuroni

Esistono moltissime sostanze in grado di aiutare il cervello a prevenire patologie degenerative diffuse come l’Alzheimer. Tra queste una delle più importanti sono gli omega 3, acidi grassi capaci di ridurre la quantità di proteina beta-amiloide. Ovvero la proteina spesso associata alla carenza di memoria e allo sviluppo dell’Alzheimer. E possiamo trovare ottime quantità di omega 3 nel pesce e in frutta secca come noci, mandorle e nocciole.

C’è anche un’altra bevanda in grado di stimolare le funzioni psichiche, di aumentare la capacità di ragionamento e di stimolare la memoria. Stiamo parlando dell’amatissimo e consumatissimo caffè. Ovviamente dobbiamo sempre consumarlo nel modo e nelle quantità giuste per non incappare in problemi anche gravi. Ma se il medico ci dà l’ok e non usiamo integratori a base di ferro, farmaci per l’osteoporosi e antibiotici, possiamo sfruttarne le grandi proprietà.

E perché non provare a mettere insieme le proprietà di mandorle e caffè per creare una sfiziosissima bevanda?

Come preparare il caffè freddo alle mandorle

Per preparare 4 porzioni di caffè freddo alle mandorle ci serviranno:

  • 200 grammi di mandorle (di cui 12 amare);
  • 600 ml di acqua;
  • 800 g di zucchero;
  • 200 ml di caffè.

Partiamo dalla creazione dello sciroppo di latte di mandorle. Sbucciamo le mandorle e teniamole per dieci minuti in acqua calda. Trascorso questo tempo, iniziamo a pestarle con un mortaio e tritiamole fino a ottenere una pasta.

Adesso prendiamo 300 ml acqua e facciamo sciogliere la pasta di mandorle. Coliamo l’impasto e cerchiamo di far uscire tutto il latte. Mettiamo il latte sul fuoco e non appena si scalda, aggiungiamo lo zucchero. Facciamo cuocere il tutto a fuoco basso per una ventina di minuti. Lo sciroppo è pronto. Non ci resta che farlo raffreddare e passarlo in una bottiglia.

Siamo pronti per riutilizzarlo per la nostra bevanda. Mescoliamo lo sciroppo con l’acqua rimasta e poi riempiamo un comune stampo per i cubetti di ghiaccio con il liquido ottenuto. Facciamo congelare i cubetti e non appena sono pronti prepariamo la nostra moka di caffè.

Non ci resta che aggiungere 5-6 cubetti di latte di mandorla a ogni tazzina di caffè e il gioco è fatto.

Approfondimento

Sembra incredibile ma queste 2 spezie messe insieme potrebbero rivelarsi preziosissime per aiutare memoria e cervello

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te