Calda o fredda questa squisita tisana casalinga potrebbe aiutarci a depurare l’organismo e ad accelerare il metabolismo favorendo anche la diuresi 

“Bere tanto” probabilmente è uno dei suggerimenti medici più ripetuti e ascoltati di sempre, per fare del bene a tutto il nostro corpo, cervello incluso.

Tuttavia, a fianco dell’insostituibile bottiglia di acqua minerale potremmo mettere tazze e borracce di tisane, i cui colori e sapori potrebbero essere un incentivo per diventare pazienti modello.

In più, unendo spezie, radici, fiori, frutta e foglie all’acqua potremmo beneficiare di alcuni aiutini extra per il nostro organismo.

Per esempio, contro cattiva digestione e scoregge puzzolenti potremmo provare questa bevanda alle 2 spezie.

Invece, se soffrissimo di “mal di primavera” potremmo sostituire il caffè con questa delizia energizzante contro sonnolenza, stanchezza mentale e dolori articolari.

Nell’articolo di oggi continueremo a parlare di tisane, scoprendo una ricetta erboristica che potrebbe dare una scossa al nostro metabolismo, aiutandoci anche a raggiungere i difficili obiettivi di diuresi e depurazione.

Frutta, foglie essiccate e radici

Questa tisana 100% naturale, da preparare a casa e gustare nell’arco della giornata, sia ghiacciata sia bollente, miscela tre ingredienti diversi.

Il primo è un frutto esotico, tipico della primavera ed è l’ananas.

Come riportato da questa pubblicazione di Humanitas, l’ananas sarebbe un’importante fonte di:

  • vitamina A, utile per la vista e le ossa;
  • vitamina C, antiossidante e fondamentale per innalzare le difese del sistema immunitario;
  • tiamina o vitamina B1, per fornire energia al nostro corpo;
  • potassio.

Inoltre, il gambo sarebbe fonte di bromelina che aiuterebbe a depurare l’organismo, privandolo dei grassi in eccesso.

L’ananas, poi, al di là delle specificità mediche, sarebbe tradizionalmente definito come un frutto drenante e diuretico, in grado di agire contro ritenzione idrica e cellulite.

Insieme a questo, nella nostra tisana troviamo il tè verde, che agirebbe come:

  • antiossidante;
  • diuretico;
  • acceleratore del metabolismo di zuccheri e grassi;
  • protettore dell’apparato respiratorio e cardiocircolatorio.

Infine, l’ultimo ingrediente è lo zenzero fresco in radice, considerato un antinfiammatorio e un carminativo naturale.

Calda o fredda questa squisita tisana casalinga potrebbe aiutarci a depurare l’organismo e ad accelerare il metabolismo favorendo anche la diuresi

Per preparare la nostra tisana, quindi, avremo bisogno di:

  • 1 litro d’acqua;
  • il gambo di un ananas e qualche pezzo di buccia;
  • 2 cucchiaini di tè verde;
  • 2 fettine di radice di zenzero.

Come prima cosa ricaviamo il gambo dell’ananas, che sarebbe la parte interna, quella dura che solitamente non mangiamo.

Per farlo, sbucciamo l’ananas, tagliamolo a fettine e priviamo ciascuna fettina del pezzo di gambo centrale.

Laviamo, poi, 4-5 pezzi di buccia, tagliamo due fettine di zenzero da 1 centimetro e sbucciamole.

A questo punto versiamo l’acqua all’interno di un tegamino, aggiungiamo il gambo, la buccia e lo zenzero e portiamo ad ebollizione.

Facciamo sobbollire per circa 15 minuti, spegniamo il fornello, aggiungiamo il tè verde e lasciamo in infusione altri 5-7 minuti.

Infine, filtriamo e zuccheriamo a piacere con del miele.

Quindi, calda o fredda questa squisita tisana casalinga sarebbe un toccasana diuretico e depurativo, per bere molto in primavera ma con gusto.

Lettura consigliata 

In primavera ritorna quest’ortaggio ricco di vitamine, fibre e potassio che aiuterebbe contro colesterolo e glicemia e proteggerebbe cuore, vista e intestino

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te