Basta suicidi e gesti folli dal web con la nuova politica di Facebook

I recenti casi di cronaca che hanno visto protagonisti giovani, anche italiani, morti suicidi per la follia del web, ha spinto Facebook a varare un nuovo piano di protezione. A dire la verità, il colosso dei social, aveva già intrapreso una campagna di sensibilizzazione quattro anni fa, col cosiddetto servizio di segnalazione anonima. Avviene cioè che se una persona terza ci segnala sulla piattaforma, eventuali dati particolarmente invasivi, questi vanno incontro alla censura. Un modo veloce per permettere a chi di dovere di segnalare queste anomalie. L’acquisizione di Instagram da parte di Facebook e il suo accorpamento aziendale ha esteso il progetto anche a esso. Basta suicidi e gesti folli dal web con la nuova politica di Facebook, come vediamo assieme ai nostri Esperti.

La difficoltà delle leggi internazionali

Se finora ci sono stati ancora dei casi simili, purtroppo la causa è anche dovuta alla differenza delle leggi internazionali tra gli Stati Uniti e l’Europa. Mentre infatti oltre oceano i due colossi social possono vantare una tecnologia in grado di riconoscere e segnalare i contenuti rischiosi, In Europa non è così. Negli Stati Uniti, infatti, facendo l’esempio più semplice di un insulto ad un’altra persona, scatta in automatico un avviso a una commissione di revisori. E questi non sono computer o software, ma persone fisiche che si mettono subito in contatto con le famiglie coinvolte. E qui, purtroppo la cosa coincide col fenomeno tristissimo del “Blue Whale”.

Basta suicidi e gesti folli dal web con la nuova politica di Facebook. Dibattito aperto

Al momento di scrivere sono in corso importanti confronti e accesi dibattiti tra i due social e le autorità giudiziarie europee preposte. L’obiettivo è quello  di raggiungere anche nel vecchio continente la politica di filtro anti Blue Whale. La “balena blu” ricordiamo è un gioco on line che dura 50 giorni e ha già mietuto centinaia di vittime tra i ragazzi di tutto il mondo, con punte di suicidi in Russia. Un gioco folle nato sulla rete, che ha 50 obiettivi giornalieri e che termina al cinquantesimo con una pazza missione: Essa è “Salta da un edificio alto e prenditi la tua vita.” Ecco perché è bene raggiungere un’intesa al più presto anche da noi.

Approfondimento

Quei vecchi computer e cellulari che valgono un occhio della testa

Consigliati per te