Perché rubano l’account di Facebook e la funzionalità segreta per cambiare nome

I social network sono diventati quasi una nostra seconda vita. Oramai sono indispensabili per molti. Sono uno strumento di comunicazione immediata, ma anche di informazione, di svago, di intrattenimento. Però molti non sanno che sono anche dei formidabili strumenti per truffare ignari utenti, se cadono nelle mani sbagliate.

Proviamo a immaginare cosa diventerebbe la nostra vita senza WhatsApp. Eppure fino alla sua scoperta gli sms funzionavano molto bene. E cosa accadrebbe se improvvisamente Facebook smettesse di funzionare? A volte sui giornali leggiamo notizie di blackout nella comunicazione con WhatsApp o con Facebook. Quasi mai, invece, vengono riportate notizie su interruzioni di energia elettrica o dell’acqua o del gas. Questo esempio fa capire quanto i social network siano diventati importanti per le nostre vite.

Per molti Facebook è diventato il migliore compagno. Qui l’utente condivide emozioni, pensieri, speranze, delusioni, foto, informazioni personali con gli “amici”, non solo attraverso i messaggi ma anche partecipando ai gruppi. Ogni giorno ne nascono sempre di nuovi e la nuova tendenza sono i gruppi segreti, dove si può partecipare solamente in 2 modi.

Perché rubano l’account di Facebook e la funzionalità segreta per cambiare nome

Tutte queste informazioni sono diventate una miniera d’oro per gli hacker. Sempre più truffatori si appropriano dei profili degli utenti per poi usarli per raggirare la comunità ad esso collegata. Lo scopo è uno solo, quello di sfruttare il profilo per spillare i soldi all’utente e agli ignari amici che cascano nella trappola.

Le truffe adottate sono molteplici e difendersi non è sempre facile. Difficile pensare ad un inganno quando si riceve un messaggio da uno dei nostri amici del profilo. Quando un utente si accorge che il suo profilo è stato rubato, occorre intervenire immediatamente, seguendo i suggerimenti che offre la stessa Polizia di Stato.

Non è difficile, quindi, capire perché rubano l’account di Facebook. Tuttavia, occorre verificare che il profilo sia stato veramente rubato, ovvero che non sia più possibile accedervi. Più spesso accade che il profilo venga utilizzato impropriamente da terzi attraverso un malware. Per capire se sta avvenendo anche col nostro, basta verificare l’attività dell’ultima settimana. Se sul nostro profilo ci sono post o messaggi che non abbiamo mai mandato, è possibile che il profilo sia stato hackerato. In questo caso occorre cancellare tutti i post e i messaggi non creati da noi.

Come vedere chi usa il nostro profilo

Inoltre cliccando sulla voce dispositivi, è possibile verificare da quali device è stato recentemente effettuato l’accesso al profilo. Questo è un modo molto semplice per verificare se qualcun’altro oltre a noi ha avuto accesso al nostro Facebook. Il passo successivo è cambiare la password andando sulle impostazioni alla voce del menu: protezione.

A volte potrebbe essere anche necessario cambiare nome utente al profilo. In questo caso occorre partire dal menu impostazioni e cliccare sulla voce: nome. A questo punto si può inserire il nome nuovo e verificare che la modifica sia stata accettata dal sistema. Quindi non resta che salvare le modifiche.

Lettura consigliata

Con questa nuova truffa si perde il controllo dell’account di WhatsApp

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te