Basta mettere un pezzo di stagnola in lavatrice prima di lavare gonne, pantaloni e vestiti per rimanere sbalorditi

Rimedi della nonna. Quanti ce ne sono, quanti ne conosciamo. Qualcuno per esperienza diretta, qualcuno semplicemente per sentito dire. Qualcuno che dà ottimi risultati, qualcun altro meno. Tuttavia, si rimane estasiati quando si ha la fortuna di apprendere queste cose dai nostri anziani parenti. Ci raccontano di un tempo lontano, che poi, se ci pensiamo bene, tanto lontano non è. Se riflettiamo su come si è evoluto il mondo negli ultimi 50 anni e facciamo un raffronto con qualsiasi altra epoca, possiamo capire quanto si sia davvero andati di corsa. E quanto si stia andando di corsa attualmente, con il progresso e la tecnologia.

Praticamente in ogni angolo della nostra casa possiamo trovare un consiglio della nonna. Dalla cucina, con antiche ricette per dolci, come la torta di Nonna Papera. L’immagine iconica della saggezza per tutti gli appassionati dei racconti della Walt Disney.

Al bagno, con un altro antico metodo che andremo a svelare tra poco. Semplice, molto economico e che può risolvere davvero il problema di tante casalinghe o donne di casa. Quello del bucato, ma, soprattutto, quello della stiratura dei vestiti. Uno dei tanti problemi che attanaglia le donne, tra lavoro, figli e altre attività come la palestra. Anche se per alcune è un momento quasi rilassante, per molte è invece un incubo.

Basta mettere un pezzo di stagnola in lavatrice prima di lavare gonne, pantaloni e vestiti per rimanere sbalorditi

Tuttavia, un piccolo accorgimento potrà bastare per risolvere o comunque limitare questo grande problema, utilizzando un oggetto che è presente in molte cucine. Lo usiamo principalmente per avvolgere i cibi, ma non solo, perché la carta stagnola serve per molti altri usi. Alcuni più marginali, come l’affilatura delle forbici, altri meno.

Oggi ne andremo a vedere uno che aiuterà moltissimo ad avere un bucato pulito e morbido. Basta mettere un pezzo di stagnola in lavatrice, infatti, e al termine del lavaggio potremo rimanere davvero stupefatti per due motivi.

Il primo è che non noteremo i classici residui di piccoli pelucchi che alcuni tessuti disperdono durante il ciclo di lavaggio. La carta stagnola, infatti, diminuirà l’elettricità statica della lavatrice e questa impedirà loro di diffondersi su tutti i capi.

Non è finita qui, però. Oltre a fare questo, infatti, renderà tutti i vestiti più morbidi, permettendo una stiratura migliore. Questo perché è l’elettricità statica a indurirli. Potremo decidere di sostituire l’ammorbidente, quindi, con una semplice palla di carta stagnola. La grandezza di una pallina da tennis sarà sufficiente per ottenere questi due straordinari risultati. In più, potremmo usarla più volte, senza doverla necessariamente sostituire con altri pezzi dopo ogni lavaggio.

Un rimedio facile ed economico che non ha nulla da invidiare a quelli delle nonne. Per avere un bucato più morbido, senza pelucchi e poter perdere meno tempo nella stiratura.

Lettura consigliata

Come eliminare le macchie d’inchiostro dai vestiti con una bevanda economica che tutti abbiamo in cucina

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te