Basilico sempre profumatissimo e in salute con questo piccolo segreto per farlo crescere meglio

Il basilico è decisamente il re delle piante aromatiche coltivate in Italia. In cucina ha mille impieghi e mille ruoli. Insaporisce, decora e rende profumatissimi piatti di ogni genere.

La pianta è originaria delle zone dell’Iran, dell’India e dell’Asia. Appartiene alla famiglia delle Lamiaceae ed è ricca di vitamine e proprietà.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Tutti o quasi amano il basilico ma in pochi conoscono realmente i suoi benefici.

Proprietà

Innanzitutto, è poverissimo di calorie, a differenza, invece, delle proprietà che sono nettamente maggiori. 5 foglie di basilico fresco (circa 2,5 g), ad esempio, apportano una caloria ma contengono, tra le tante proprietà, anche proteine, calcio, magnesio, potassio, fosforo, vitamine A, C, E, B6 e K.

Inoltre, il basilico è anche fonte di sostanze dall’attività antiossidante e di vitamine importanti per il metabolismo, la coagulazione e lo sviluppo del sistema nervoso durante la gestazione.

Il periodo migliore per coltivare il basilico è tra aprile e ottobre. Tuttavia, è davvero semplice prendersi cura di questa pianta e può tranquillamente regalare grandi soddisfazioni anche in autunno inoltrato e in inverno.

Per godere di un basilico meraviglioso tutto l’anno, si può scegliere di conservarlo in questo modo.
Altro trucchetto per gustarlo al meglio è quello di preparare un velocissimo pesto alla Genovese. Buono, pratico e dal sapore inconfondibile, il pesto è l’alimento “salva-cena” che non può mai mancare nel nostro freezer.

Chi desidera, invece, avere basilico fresco a disposizione anche d’inverno, allora dovrebbe conoscere questo piccolo segreto di coltivazione.

Basilico sempre profumatissimo e in salute con questo piccolo segreto per farlo crescere meglio

Cresce il numero di persone che decidono, ogni anno, di provare la coltivazione casalinga del basilico. Tuttavia, non tutti conoscono la tecnica migliore per averlo sempre sano, bello e rigoglioso.

Il primo vero segreto per avere un basilico in salute è quello di controllare e saper dosare l’acqua durante le innaffiature.
L’operazione sembra scontata ma non lo è affatto. Dunque, di seguito cercheremo di capire come ottenere un basilico sempre profumatissimo e in salute con questo piccolo segreto per farlo crescere meglio.

Innanzitutto, è opportuno sapere che sia in primavera che in autunno la pianta di basilico andrebbe innaffiata solo una volta al giorno.
Poi, c’è una tecnica ancora più semplice per capire quando la pianta necessita d’idratazione. Basterà infilare un dito nel terreno e capire se il terreno è ancora umido o se è asciutto e quindi ha bisogno d’acqua. Un trucco ottimo da utilizzare soprattutto dopo le giornate di pioggia.
In estate, invece, il basilico andrà innaffiato due volte al giorno.

Errori da non commettere

Per mantenere alta la qualità del basilico non tutti sanno che è fondamentale dosare l’acqua in modo adeguato.
Eccessive innaffiature possono “bruciare” le foglie. Queste ultime si presenteranno ingiallite e cadenti. Inoltre, macchie scure alla base del tronco possono indicare la formazione di marciume e possibili attacchi di parassiti. Dunque, attenzione all’irrigazione.

Rimedi furbi per un basilico morente

Quando la pianta è palesemente sofferente, bisogna sospendere le innaffiature e far asciugare il terreno. Intanto, sarà opportuno eliminare le foglie gialle e proteggere la pianta dalla pioggia e dal freddo, magari coprendola con un telo.
Infine, se la pianta risulta molto malata, si può optare per una potatura più estesa e un’innaffiatura graduale. Con questi accorgimenti, la pianta crescere meglio, più in salute e con una maggior forza di produrre nuove e profumatissime foglioline.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te