Attenzione un calo di peso non è sempre una cosa positiva, può essere sintomo di questa malattia

Ci sono delle problematiche di salute che sono risolvibili se sono prese in anticipo o che, perlomeno, possono essere attenuate. Una di questi è il diabete. In alcuni specifici casi infatti può essere tenuto sotto controllo solo grazie ad un drastico cambio di abitudini. Ma come si può fare per riconoscerlo in tempo? Oggi lo spieghiamo: infatti è necessario prestare molta attenzione, un calo di peso non è sempre una cosa positiva, può essere sintomo di questa malattia. Scopriamo subito come possiamo conoscere certe avvisaglie per poter aiutare sia noi stessi che quelli che ci circondano.

Attenzione un calo di peso non è sempre una cosa positiva, può essere sintomo di questa malattia

Quando qualcuno dimagrisce generalmente lo si inonda di complimenti. Ci sono alcuni casi però in cui una perdita di peso repentina non è per nulla salutare ed è indice di qualcosa che non funziona nel nostro organismo. In questo caso specifico il fenomeno si manifesta assieme ad una polifagia. Ciò significa che ci si assottiglia, ma si mangia molto di più e si ha un senso di fame difficile da placare. Questo è dovuto al malfunzionamento dell’insulina e ad un aumento di glucosio nelle cellule adipose o muscolari.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0 è lo Smartwatch migliore del 2021: il tuo mondo a portata di polso

SCOPRI IL PREZZO

“XW60”/

Il diabete e gli altri segnali a cui stare attenti

Bisogna fare attenzione anche ad altri sintomi spesso ignorati che avvisano che il diabete è in agguato, molto comuni ma che danno poco nell’occhio. Per questo motivo abbiamo evidenziato l’importanza di notare anche i più piccoli cambiamenti all’interno del nostro organismo e delle nostre abitudini. Ad esempio una stanchezza immotivata e prolungata merita di essere presa in considerazione. Infine anche un inspiegabile offuscamento della vista può essere ricondotto a questa patologia. In alcuni casi molto gravi il diabete può addirittura condurre alla cecità.

Approfondimento

Pochi lo sanno ma questo alimento è il più ricco di fosforo e non si tratta del pesce

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te