Attenzione a questo disturbo degli occhi che non è solo una questione estetica ma potrebbe nascondere una patologia più importante

occhi

Quasi tutti, la mattina quando ci alziamo, abbiamo le borse sotto agli occhi e le palpebre un po’ gonfie. È la classica faccia assonnata che, più nello specifico, è provocata dal ristagno dei liquidi in determinate zone del corpo, durante la notte, quando siamo in posizione sdraiata. In genere, dopo aver fatto colazione ed esserci lavati la faccia magari utilizzando anche l’acqua bella fresca, il difetto scompare e la nostra espressione torna alla normalità.

Se così non fosse, e il gonfiore nella zona degli occhi dovesse persistere anche per il resto della giornata, allora deve suonare un campanello d’allarme. Bisogna infatti fare attenzione a questo disturbo degli occhi che non è solo una questione estetica ma potrebbe nascondere una patologia più importante.

Indice dei contenuti

Ipotiroidismo

L’ipotiroidismo è una condizione patologica in cui la ghiandola tiroidea funziona poco e di conseguenza va a rallentare alcune delle nostre funzioni vitali più importanti.

Sintomi

Uno dei principali e più evidenti sintomi dell’ipotiroidismo è proprio l’espressione del viso che perde vivacità a causa di un gonfiore diffuso delle palpebre e sotto gli occhi. In genere, anche il viso, nel suo complesso, risulta più gonfio.

Per quanto riguarda gli occhi, l’edema può essere associato ad altri sintomi quali:

a) occhio secco;

b) riduzione della frequenza e dell’ampiezza dell’ammiccamento;

c) sensazione di avere un corpo estraneo;

d) eccessiva lacrimazione;

e) fotofobia (eccessiva sensibilità alla luce);

f) visione doppia e/o sfocata.

L’ipotiroidismo, oltre a quelli appena visti a livello oculare, può provocare anche altri disturbi. Ecco altri sintomi che devono far insospettire:

a) aumento di peso ingiustificato;

b) stanchezza continua e persistente;

c) perdita di peli e capelli che comunque appaiono più secchi;

d) pelle secca e squamosa;

e) stipsi;

f) diradamento delle sopracciglia;

g) depressione;

h) voce roca;

i) riduzione della frequenza cardiaca;

l) crampi muscolari frequenti;

m) soffrire molto le basse temperature.

Diagnosi

Ora che è chiaro che bisogna fare attenzione a questo disturbo degli occhi che non è solo una questione estetica ma potrebbe nascondere una patologia più importante, in presenza di questo sintomo persistente e, a maggior ragione, se associato a qualcuno degli altri sintomi esposti, è bene chiedere il parere del proprio medico curante.

Questi, se lo riterrà necessario, potrà prescrivere gli esami del sangue inserendo i valori di T3, T4 e TSH per verificare il dosaggio degli ormoni tiroidei.

Il contenuto di questo articolo è stato letto, corretto e approvato dal referente scientifico, Dr. Raffaele Biello.
Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te