Abbiamo sempre sbagliato a conservare le uova e sveliamo come mantenerle fresche a lungo senza correre rischi

Ci sono alimenti che non possono mai mancare in una cucina. Si potrebbe definirli cibi d’emergenza e sono quelli che ci salvano quando il frigorifero è completamene vuoto. Tra questi troviamo la pasta, le scatolette di tonno (ecco tutto quello che bisogna sapere per acquistarlo in sicurezza) e di legumi, i sughi pronti, le uova.

Proprio queste ultime rappresentano una risorsa fantastica, specialmente quando si torna stanchi da lavoro senza alcuna voglia di cucinare. Una frittata veloce, un’omelette o semplicemente un uovo in camicia possono costituire un pasto ricco e gustoso. Ecco perché è comune acquistare pacchi di uova da 4 o da 6 e tenerle pronte all’occorrenza. Ma siamo sicuri di sapere come conservarle perfettamente?

In realtà oggi vedremo che abbiamo sempre sbagliato a conservare le uova e sveliamo come mantenerle fresche a lungo senza correre rischi. Infatti, la salmonella è in agguato. Questo agente batterico molto comune è portatore di infezioni con più di 2000 ceppi differenti. Le uova e la carne cruda e l’acqua contaminate sono i principali veicoli di questo batterio.

Pertanto, la prima cosa da fare quando compriamo le uova è controllare la loro integrità. La salmonella si inserisce in piccolissimi spiragli, quindi eliminiamo quelle con i gusci rotti. Ma vediamo insieme altre regole da rispettare per conservare le uova perfettamente e in sicurezza.

Abbiamo sempre sbagliato a conservare le uova e sveliamo come mantenerle fresche a lungo senza correre rischi

Affinché le uova si conservino integre il più a lungo possibile, è bene lasciarle nella confezione in cui le abbiamo comprate. Il cartone, infatti, riesce a preservarle dall’assorbire odori di altri alimenti e mantenere l’umidità giusta. Le uova, essendo porose, se messe accanto a cipolla, aglio o altri cibi dall’odore forte modificano il loro odore e quindi la qualità.

Il contenitore con all’interno le uova andrà conservato in frigorifero nel reparto laterale dedicato. Ciò solo se non vogliamo immediatamente consumarle. La necessità di basse temperature (0-4°C) deriva dal fatto che possono abbattere le minacce di salmonellosi. Se le uova sono fresche, appena comprate dal contadino per esempio, allora non necessitano di andare in frigo. La contaminazione da salmonellosi avviene solo dopo 2 giorni dalla deposizione.

Un’altra accortezza consiste nel riporre le uova con la parte rotonda rivolta verso l’alto. La parte più appuntita invece andrà rivolta verso il basso. La parte arrotondata è la parte che contiene più aria. Se tenuta nella parte alta dell’uovo, permette di mantenere l’umidità agendo come un isolante. Purtroppo, però, col passare dei giorni l’aria accumulata aumenta. Ecco perché più l’uovo è vecchio più tenderà a galleggiare se messo in una ciotola d’acqua.

Lettura consigliata

Come conservare le verdure in ogni stagione evitando di rovinarle

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te